Daspo agli “acchiappaturisti”, ordinanza del sindaco di Sorrento

marina-piccola-55

SORRENTO. Sanzioni amministrative variabili tra i 100 ed i 500 euro, oltre al “Daspo urbano” per chiunque venga sorpreso a fermare e a molestare i passanti, allo scopo di procacciare clienti a ristoranti, bar e altri pubblici esercizi situati a Marina Piccola, l’area portuale di Sorrento. È quanto prevede l’ordinanza firmata questa mattina dal sindaco della città del Tasso, Giuseppe Cuomo.

“Il provvedimento è stato reso necessario a seguito della tantissime lamentele che mi sono giunte dai miei concittadini – spiega il primo cittadino di Sorrento -. Da tempo siamo impegnati attraverso l’attività degli agenti della polizia locale, ad evitare che i cosiddetti “buttadentro” continuino ad importunare, con petulanza e maleducazione, le centinaia di turisti che ogni giorno transitano a Marina Piccola. Preoccupati solo di spingere il maggior numero possibile di clienti ad accomodarsi ai tavolini del bar o del ristorante di turno, creano significativi ostacoli alla circolazione pedonale, oltre a gravi danni al decoro e alla vivibilità. Senza contare il fatto che, di frequente, la “battaglia” tra i vari esercizi commerciali è sfociata in rissa tra gli “acchiappaturisti”. Sorrento è una città che vive di accoglienza, e non possiamo permettere tutto questo”.

L’inosservanza dell’ordinanza costerà ai trasgressori una sanzione compresa tra i 100 e i 500 euro. Alla seconda violazione scatterà invece il Daspo urbano, secondo i poteri conferiti ai sindaci dal decreto sulla sicurezza urbana approvato lo scorso aprile. Un provvedimento previsto per condotte che limitino la libera accessibilità e fruizione di infrastrutture pubbliche e che contempla, per chi trasgredisce, l’allontanamento dai luoghi nei quali è stato commesso il fatto.

Ovviamente ci aspettiamo che l’ordinanza venga estesa anche a tutto il resto del territorio cittadino considerato che gli “acchiappaturisti” imperversano anche nel centro storico di Sorrento.