Capri Watch fashion & Accessories

Dalla Regione Campania contributi per pesca e pescaturismo

pescaturismo

È stato aperto proprio in queste ore un nuovo bando della Regione Campania con scadenza a 60 giorni con il quale i pescatori (sia persone fisiche che persone giuridiche riconosciute) possono accedere a contributi che non devono superare il 50% del bilancio previsto nel piano aziendale per ciascuna operazione, né l’importo massimo di 75mila euro per ciascun beneficiario.

Gli investimenti devono contribuire alla diversificazione del reddito dei pescatori tramite lo sviluppo di attività complementari correlate all’attività principale della pesca; a titolo di mero esempio: investimenti a bordo; turismo legato alla pesca sportiva; ristorazione; servizi ambientali legati alla pesca; attività pedagogiche relative alla pesca. Le attività che costituiscono diversificazione devono configurarsi come attività di impresa.

Si riporta un’elencazione delle spese ammissibili, a titolo meramente esemplificativo: acquisto di imbarcazioni atte al trasporto, da utilizzare per scopi turistici e per la pesca sportiva; acquisto di beni immobili quali carrelli, furgoni per il trasporto di prodotti ittici, mezzi per la somministrazione di cibo da strada, camion per alaggio di imbarcazioni di tipo turistico, ecc.

L’importo del contributo pubblico concesso a valere sul bando, non può superare il 50% del bilancio previsto nel piano aziendale per ciascuna operazione, né l’importo massimo di 75mila euro  per ciascun beneficiario. Per una consulenza, si può contattare contributiok@gmail.com oppure il numero di telefono 08118759823