Crollata parte dell’abitazione di proprietà comunale che sorge presso i Bagni della Regina Giovanna

casacrollataallareginagiovanna

SORRENTO. Crolla un’ala dell’antica abitazione che sorge presso i Bagni della Regina Giovanna.

 

 

Il cedimento strutturale si è verificato nel corso della notte, ma l’allarme è scattato solo stamane, intorno alle 8 e 30, quando è stata avvertita la centrale operativa dei vigili urbani.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Piano di Sorrento e la protezione civile di Sorrento. Con loro anche la polizia municipale, carabinieri (un sopralluogo è stato effettuato anche dal capitano Leonardo Colasuonno) ed agenti del locale commissariato.

Pareti di tufo, detriti e calcinacci sono precipitati sia all’interno del fondo agricolo di proprietà comunale adiacente l’abitazione, che lungo la strada che conduce ai Bagni della Regina Giovanna. Ciò ha fatto temere che vi potesse essere qualcuno sepolto sotto le macerie, anche perché la zona è molto frequentata da pescatori, in particolare durante le ore notturne. I vigili del fuoco, dopo i primi accertamenti, però, hanno escluso tale ipotesi.

Il crollo dell’antico edificio, oggi disabitato, stando alle ricostruzioni dei tecnici, sarebbe stato provocato dalle infiltrazioni di acqua pluviale all’interno delle pareti tufacee.

La strada che conduce verso il mare è stata chiusa fino a quando non saranno rimosse le macerie e messa in sicurezza l’area.