Capri Watch - Fashion Accessories

Concorso tra gli studenti della costiera per lo spot di Piano di Sorrento

processione-rossa

PIANO DI SORRENTO. “Tramandiamo il futuro” è il titolo del concorso di comunicazione video-cinematografica dedicato alle scuole secondarie di primo e secondo grado della penisola sorrentina, ideato e promosso nell’ambito delle iniziative del premio nazionale “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”. Il concorso per il migliore spot nasce per volontà dell’amministrazione comunale di Piano di Sorrento come tributo ad Ermanno Acanfora. La sua finalità è quella di invitare i giovani della costiera ad una corretta conoscenza del patrimonio religioso, antropologico e culturale di Piano di Sorrento attraverso la ri-scoperta generale delle tradizioni del territorio e delle sue ritualità identitarie, promuovendo il sentimento di appartenenza e l’utilizzo delle tecnologie digitali.

Il tema scelto per il 2019 è “Settimana santa: riti e misteri”. Si parte quindi da uno degli appuntamenti più attesi per la penisola sorrentina: dalla domenica delle palme alla processione storica del mercoledì santo; dai cosiddetti Sepolcri alle processioni bianca, nera e rossa. Gli spot saranno esaminati da una giuria istituzionale di cui faranno parte anche i delegati delle consulte civiche istituite dall’amministrazione comunale e tecnici esterni. Da una terna di finalisti verrà individuato il vincitore per le due sezioni (scuola media inferiore e scuola media superiore) attraverso un meccanismo di e-voting che garantirà il coinvolgimento di cittadini, turisti e visitatori.

Gli studenti vincitori che potranno partecipare da soli o in team da 3, riceveranno un premio in denaro (mille euro per le scuole di primo grado e mille e 500 euro per quelle di secondo), durante una speciale serata-evento che vedrà anche la partecipazione di un ospite di fama nazionale. Lo spot vincitore sarà inoltre acquisito dal Comune di Piano di Sorrento come veicolo di promozione del marketing territoriale.

“Ho condiviso con gli assessori alla Cultura e all’Istruzione, Carmela Cilento e Rossella Russo, l’idea e la volontà di istituire questo concorso dedicato ad Ermanno Acanfora, affidandone la direzione artistica al patron del Premio “Penisola Sorrentina”, Mario Esposito, per realizzare, nell’ambito della prestigiosa rassegna culturale che da alcuni anni il Comune di Piano di Sorrento ospita con il sostegno della Regione Campania, un percorso capace nel tempo di farsi archivio, scrigno di saperi, serbatoio di memoria futura, in cui i giovani diventino i veri protagonisti, svelando ulteriori orizzonti di significato e di radicamento di un Premio con il territorio, che raramente i grandi eventi riescono ad avere”, dichiara il sindaco Vincenzo Iaccarino.

Dal 10 aprile il regolamento del concorso “Tramandiamo il futuro” con tutte le informazioni per partecipare sarà reperibile on line sul sito del Comune di Piano di Sorrento: www.comune.pianodisorrento.na.it.
“Tramandiamo il futuro è il claim di un progetto che intende far vivere l’arte e la comunicazione come esperienza. La grande sfida è quella di trasformare le nostre tradizioni in uno spazio relazionale glocal, in cui la proposta artistica sia soprattutto per i giovani uno stimolo alla scoperta, alla ri-creazione di sé in un contesto aggregante, capace di fondere vissuto emotivo e processi di apprendimento, esperienza sensoriale e capacità cognitiva. Gli ambienti esperienziali diventano così i nostri luoghi culturali da presentare all’interno di contesti turistici come ad esempio le borse e le fiere internazionali del turismo”, spiega l’organizzatore e direttore artistico Mario Esposito.

Il progetto merita quindi una particolare attenzione per come è stato ideato, in termini di comunicazione, allestimento e didattica. Dato fondamentale dell’iniziativa sarà, infatti, la connessione con il mondo dell’arte nel senso più ampio del termine. In un crescendo in grado di maturare esperienze, conoscenze, sensibilità, capaci di sostenere la cultura come realtà vivente, come progetto di propedeutica alla comprensione e al sentimento. Non a caso, infatti, si parte dai riti della Pasqua, evento religioso, simbolo della rinascita spirituale, che può coinvolgere però diversi piani emozionali e diventare quindi anche significato totalizzante di una nuova vita valoriale, esperienziale, civica e così via.

Il Comune di Piano di Sorrento avvia quindi un vero e proprio percorso di ermeneutica culturale, compendiando in sé approcci organizzativi che fanno della città un centro di produzione variegato, un luogo d’interesse e di coinvolgimento diffuso, che culmini poi nel grande spettacolo di consegna del Premio “Penisola Sorrentina”, giunto alla ventiquattresima edizione, ai protagonisti dell’anno. L’identificazione tra Città e Premio diventa, così, di anno in anno sempre più viva, dinamica e suggestiva.