Chiude il “Roxy Bar”, il locale reso celebre da Vasco Rossi

Roxy-bar

Il “Roxy Bar”, lo storico locale di Bologna, al civico 9 di via Rizzoli, chiude i battenti. Il titolare Salvatore Giovinazzo annuncia che ha deciso di gettare la spugna perché non riesce più a far quadrare i conti: “Ho fatto enormi sacrifici per comprare questo bar — dichiara Giovinazzo —, ma ora non ci si sto più dietro”. In altri termini: costi elevati e gli incassi non bastano a coprirli.

“Ci sono gli affitti troppo alti — spiega —, le tasse comunali, le spese per i dipendenti. E’ una decisione che ho preso a malincuore, visti i sacrifici che ho fatto due anni fa per acquistarlo, ma ho constatato che adesso non ce la faccio più. Ho fatto due conti con il commercialista e non ho scelta”.

Reso celebre nel 1983 da un verso della canzone “Vita Spericolata” di Vasco Rossi, oggi è citato nelle guide turistiche e anche il sito di Bologna “Welcome” gli dedica un paragrafo.

Ora, chi arriverà sotto le Due Torri pensando a Vasco, con l’intenzione di lasciare la propria firma fra le migliaia che affollano i muri della scala che scende verso la toilette, è destinato a rimanere deluso e si dovrà accontentare di un “selfie” davanti alla saracinesca inesorabilmente chiusa.