Cerimonia per i 150 anni dei Piloti del Golfo di Napoli

porto-napoli

Martedì 7 giugno si celebreranno i 150 anni di attività dei Piloti al servizio del Porto di Napoli. A partire dalle ore 9:30, nella Sala Dione della Stazione Marittima del capoluogo, per consacrare questo importante anniversario, si terrà il Convegno “Il ruolo dei Piloti nei 150 anni della loro storia”, attraverso tre importanti assi legati alla loro storia, al pilotaggio marittimo visto attraverso la sicurezza e le innovazioni tecnologiche e alle nuove prospettive di questi professionisti nel contesto internazionale.

Gli indirizzi di saluto sono affidati a Luigi de Magistris, sindaco di Napoli; Antonio Basile, contrammiraglio e commissario straordinario Autorità Portuale di Napoli; Arturo Faraone, Direttore marittimo della Campania e comandante del Porto di Napoli; Vincenzo De Luca, presidente Regione Campania; Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture e Trasporti. Introdurrà il convegno Luigi Lucenteforte, capo pilota Corporazione Piloti del Golfo di Napoli.

Interverranno: Gioacchino Longobardo, presidente Associazione di studi, ricerche e documentazione della Marineria della Penisola Sorrentina e Umberto Masucci, vice presidente Federazione del Mare e presidente Propeller Clubs che discuteranno sulla “Storia dei Piloti di Napoli”.

Parleranno, invece, de “Il pilotaggio marittimo: sicurezza e innovazione tecnologica”, Raffaele Aiello, presidente Fedarlinea, Giovanni De Tullio, ammiraglio ispettore Comando Generale Guardia Costiera, Giovanni Gargiulo, vice capo pilota Corporazione Piloti del Golfo di Napoli, Cesare Guidi, presidente Angopi, Andrea Mastellone. presidente Assoagenti, Stefania Visco, presidente Federimorchiatori.

Analizzeranno, infine, le “Nuove prospettive dei piloti nel contesto internazionale”, Cristiano Aliperta, ammiraglio rappresentante permanente all’Imo della Repubblica di Palau e Fiorenzo Milan,i direttore Fedepiloti.

Nel pomeriggio, alle ore 16, sarà impartita la benedizione della Torre dei Piloti, insieme a sua eccellenza monsignor Francesco Alfano, promotore dell’apostolato del Mare (Ufficio Cei). La benedizione sarà preceduta dal recital spettacolo “Chi tene ‘o mare”, a cura di Gaetano Stella, Elena Parmense, Fabio Notari e Tommaso Fichella.

Secondo Luigi Lucenteforte – capo pilota Corporazione Piloti del Golfo di Napoli – si tratta di “un evento che per noi riveste un significato ancora più rilevante, in quanto i festeggiamenti dei 150 anni di attività dei Piloti al servizio del Porto di Napoli, si celebrano a qualche mese di distanza dalla fusione della corporazione di Napoli con quella di Castellammare di Stabia e Torre Annunziata nella Corporazione del Golfo di Napoli. Si allarga, dunque, il servizio di Napoli per offrirlo a tutto il Golfo nel rispetto della sicurezza e salvaguardia degli specchi acquei interessati”.

Il corpo Piloti del Porto di Napoli, infatti, dal primo gennaio 2016, ha esteso le proprie competenze anche al traffico marittimo dei porti di Castellammare di Stabia e Torre Annunziata, diventando così il corpo Piloti del Golfo di Napoli. Un maggior raggio di azione, dunque, per questi “controllori del mare” che da qualche mese affrontano nuove sfide e nuove responsabilità. La tavola rotonda del 7 giugno, seppure celebra i 150 anni di attività della corporazione originaria, sarà la prima occasione per delineare prospettive e futuro di questo nuovo assetto organizzativo e territoriale.