Cadavere di un uomo ripescato nel Golfo di Napoli

motovedetta-55

Il corpo di un uomo è stato avvistato questa mattina nel mare del Golfo di Napoli. La notizia è stata diffusa dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, il quale sul suo profilo Facebook ha scritto che “erano circa le 10,30 quando, durante la navigazione verso Ercolano per un immersione di addestramento, attività che viene svolta dal nucleo subacqueo di Protezione Civile del Centro Sant’ Erasmo, è stato avvistato il cadavere di un uomo galleggiante all’altezza del porto del Granatello di Portici. I volontari sono stati autorizzati dalla Guardia Costiera a trasportare la salma sul mezzo della Protezione Civile al molo. Sul posto sono arrivate la Capitaneria di Porto di portici e la Polizia di Stato”.

​Il corpo dell’uomo, caucasico, era in avanzato stato di decomposizione. Sono già stati avviati gli accertamenti e le indagini finalizzate a cercare di scoprirne l’identità e la provenienza e per risalire alle cause della morte. Identificazione arrivata in tarda serata, quando si è scoperto che si tratta di un 45enne scomparso due settimane fa da San Giorgio a Cremano.