Capri Watch fashion & Accessories

Auto rubate in provincia di Napoli finivano in Spagna, 15 arresti – video –

Ladro_auto

Quindici persone arrestate tra Italia e Spagna per un traffico di auto rubate. È il bilancio di un’operazione che ha portato all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita dai carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata in collaborazione con le altre compagnie territoriali competenti, nei confronti di cinque persone, tutte pregiudicate. In cella sono finiti Vincenzo Gentile, 36 anni, Liberato Spera, 55, Luigi Milano, 31, Rosario Bozzanga, 31, e Biagio Melise, 48 anni. Sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla cessione di armi clandestine ed alla ricettazione di auto provento di furto, con l’aggravante di aver commesso ii fatto col supporto di un gruppo criminale spagnolo. Contemporaneamente, infatti, a Sueca (Valencia), la Guardia Civil e l’autorità giudiziaria locale – con cui la Procura di Torre Annunziata, che ha coordinato le indagini, ha mantenuto costanti contatti – hanno eseguito una misura cautelare dei confronti di altre dieci persone (alcune delle quali di nazionalità italiana).

Le attività investigative, avviate nel giugno 2017, hanno accertato l’esistenza di un traffico di auto rubate dall’Italia alla Spagna. È stato in particolare documentato – secondo quanto spiegano i carabinieri – come Gentile, Milano e Spera – i primi due di Agerola, il terzo di Santa Maria la Carità- supportati da Bozzonga e Melisi, residenti a Larciano e Monsummano Terme (Pistoia), ricettassero vetture rubate, con numeri di telaio già alterati e con documenti di circolazione contraffatti. Una volta ”clonate”, le auto venivano condotte al porto di Civitavecchia per essere esportate in Spagna. Qui, grazie alla collaborazione con altri italiani e cittadini spagnoli tutti residenti a Cullera, i veicoli venivano nuovamente immatricolati. Le indagini hanno appurato anche il possesso di una pistola semiautomatica calibro 7,65 con matricola abrasa da parte di alcuni indagati. Nel corso delle attività, le autorità spagnole hanno recuperato dieci auto risultate rubate in Italia.