Assegnato l’appalto per ricostruire i loculi del cimitero di Sorrento

Loculi pericolanti

SORRENTO. Assegnato l’appalto per ricostruire i loculi del cimitero di via San Renato demoliti quasi tre anni fa in quanto giudicati pericolanti. Si tratta di circa 150 nicchie che vennero considerate a rischio crollo a causa di pesanti infiltrazioni di acqua. I resti dei defunti vennero sistemati nella cripta sottostante la cappella centrale della struttura cimiteriale in attesa di procedere ai lavori di messa in sicurezza dell’area. Poi, però, si decise di procedere all’abbattimento in quanto il recupero strutturale venne considerato estremamente complesso da parte dei tecnici.

Ed ora finalmente è tutto pronto per avviare la ricostruzione. Il progetto è stato approvato in tutte le sedi e ieri è stato affidato anche l’appalto in via definitiva. Ad aggiudicarsi l’esecuzione dei lavori la Renati Costruzioni srl di Somma Vesuviana con un ribasso del 37 per cento circa rispetto alla base d’asta. Gli interventi costeranno, quindi, in totale poco meno di 350mila euro.

“Nel predisporre il progetto – spiega il dirigente del settore Lavori pubblici del Comune di Sorrento, l’ingegnere Alfonso Donadio – abbiamo rilevato la possibilità di realizzare ulteriori loculi in aggiunta a quelli da ricostruire. In tal modo riusciremo anche a soddisfare almeno una piccola parte delle tante richieste dei cittadini di assegnazione di nicchie. A breve, inoltre, sarà pronto il capitolato di gara per il secondo lotto di interventi”.