Approvata la delibera per il nuovo impianto di illuminazione di via Nastro Verde

Giuseppe_Cuomo1

SORRENTO. Ancora qualche mese e finalmente, dopo oltre sei anni di attesa, potrebbe essere riattivato l’impianto delle luci pubbliche di via Nastro Verde.

 

Nei giorni scorsi, infatti, la Giunta municipale, su proposta del sindaco Giuseppe Cuomo, ha stanziato poco più di 527mila euro per l’installazione dei nuovi lampioni.

È dal luglio del 2007 – quando il vecchio impianto venne disattivato perché giudicato obsoleto e non più a norma – che i residenti della popolosa frazione collinare di Priora ed i titolari delle numerose strutture ricettive della zona attendono che le luci tornino ad illuminare l’arteria.

Una vera e propria emergenza considerando che l’area è densamente abitata e via Nastro Verde è costellata di diramazioni, il che rende la circolazione viaria e, soprattutto quella pedonale, altamente rischiose.

Ora, dunque, dopo una serie infinita di proclami, annunci e smentite da parte delle diverse amministrazioni succedutesi nel tempo, con l’approvazione della delibera da parte della Giunta, sembra finalmente arrivato il momento perché via Nastro Verde sia di nuovo dotata di un impianto di pubblica illuminazione.

“Al momento non possiamo annunciare una data certa per l’inizio dei lavori – spiega il sindaco Cuomo – però posso assicurare che entro fine anno indiremo la gara di appalto per l’esecuzione degli interventi”. Insomma sembra proprio che sia la volta buona.

Nel frattempo, con il provvedimento varato dall’esecutivo viene dato il via libera al progetto preliminare ed al reperimento delle risorse necessarie. In base all’elaborato tecnico ed al preventivo dei costi, documenti redatti dall’ingegnere Antonino Di Maio, la spesa per i lavori ammonta a 390mila euro, mentre ulteriori 135mila euro sono a disposizione per i costi aggiuntivi. Somme che saranno reperite grazie alla sottoscrizione di un mutuo con la Cassa depositi e prestiti.

A dirigere le varie fasi dei lavori sarà il dirigente dell’ufficio tecnico comunale, l’ingegnere Alfonso Donadio, mentre il responsabile unico del procedimento individuato dalla Giunta è il geometra Salvatore Esposito, funzionario addetto al servizio Manutenzione dell’ente di piazza Sant’Antonino.

RIPRODUZIONE RISERVATA