Aneddoti e curiosità nel libro Girando per Sorrento

girando-per-sorrento

Ancora una volta Fabrizio Guastafierro, attraverso il sito Il Meglio di Sorrento, ci accompagna alla scoperta di aneddoti e curiosità su aspetti poco noti della città di Sorrento. Questa volta l’attenzione si focalizza sul libro dell’avvocato Antonino Cuomo Girando per Sorrento che viene proposto integralmente in pdf per chi volesse consultarlo.

Tra i libri di piccole dimensioni, ma di grandi contenuti curati dall’avvocato Antonino Cuomo, autentico cultore della sorrentinità ed amante di tutto ciò che riguarda la città del Tasso, ce n’è uno intitolato “Girando per Sorrento” che è interamente dedicato a spiegare come si sono evoluti i nomi delle strade, delle piazze e della frazioni della capoluogo della penisola sorrentina.

Ricca di informazioni, di dettagli storici e di curiosità di vario genere, la pubblicazione (stampata da Nicola Longobardi Editore nel mese di novembre del 2016) è tra quelle che sono ormai introvabili perché immediatamente ha suscitato l’interesse generale e, di conseguenza, risulta essere esaurita da tempo per l’essere andata letteralmente a ruba.
Ciò per effetto della quantità di informazioni e di dettagli capaci di dare risposte alle domande che soprattutto gli amanti della storia locale si sono posti a proposito di alcuni aspetti che, nel caso specifico, riguardano la toponomastica sorrentina.

Proprio grazie a questa pubblicazione è possibile scoprire tante curiosità. Leggendo le pagine dell’opera dell’avvocato Cuomo si scopre che c’è stato un tempo in cui i sorrentini per darsi appuntamento nell’attuale piazza Tasso dicevano: “ci vediamo mieze a porta” e riferendosi a via San Cesareo indicavano come “mieze Surriento”, o parlando del corso Italia lo chiamavano “a via nova”.

L’elenco potrebbe continuare con una miriade di esemplificazioni che riguardano via degli Aranci (un tempo chiamata la circumvallazione), lo Schizzariello (che, a differenza di quanto credono in molti, non prende il nome dalla storica fontanella posta nelle vicinanze del Sedil Dominova).

Queste e tante altre informazioni di dettaglio arricchiscono il libro che, ancora una volta, il fondatore dell’Associazione Studi Storici Sorrentini ci permette graziosamente di proporre in formato digitale affinchè chiunque lo desidera possa consultarla nell’ambito de “Il Meglio di Sorrento”.

Nel ringraziarlo pubblicamente anche in questa circostanza, così come è avvenuto in occasione della proposizione del libro sui soprannomi sorrentini curato dallo stesso autore, ci dichiariamo convinti del fatto che anche questo capolavoro di piccole dimensioni, ma di grandi qualità, stimolerà l’attenzione di un elevato numero di persone.

Per visualizzare il libro, utilizza il seguente link:
Girando per Sorrento