Capri Watch fashion & Accessories

Altro fine settimana di vandalismi sui treni della Circum

porte-treni

SORRENTO. Centinaia di bordi sensibili (le guaine di gomma delle porte) danneggiati e un sasso che ha mandato in frantumi il vetro di un finestrino, per fortuna senza provocare feriti. È il bilancio della domenica sulla Circumvesuviana, con i treni presi d’assalto dai pendolari del mare, per lo più ragazzini che da Napoli e dal Vesuviano si spostano verso la costiera sorrentina. Bagnanti occasionali che si aggiungono ai tanti turisti, per lo più stranieri, che utilizzano i convogli dell’Eav per raggiungere il mare. Con loro, però, anche i vandali che riescono ad aggirare i controlli e i tentativi di bloccare quelli senza biglietto con squadre dentro le stazioni e con i tornelli.

Il bersaglio preferito delle baby gang restano i bordi sensibili delle porte, che servono a favorire la loro chiusura. I delinquenti si divertono a distruggerle: basta un coltellino e il gioco è fatto. Dopo il piccolo taglio, con le mani vengono completamente rimosse con le porte che, in questo modo, diventano tecnicamente non funzionanti. Quello che sembra un vandalismo di poco conto, infatti, può provocare anche la soppressione della corsa: senza le guaine di gomma il treno è meno sicuro e a norma di regolamento non può viaggiare. I bordi sensibili vengono tagliati perché fa caldo: quando non ci sono consentono di far passare l’aria dall’esterno verso l’interno del treno in corsa.

Per limitare i disagi, l’Eav ha costituito una squadra ad hoc, pronta a riparare i vagoni pochi minuti dopo il danno e farli ripartire. Gli operai, in coppia, sono presenti presso la stazione di Sorrento, muniti di guaine nuove e di un avvitatore a batteria: il treno vandalizzato arriva e loro hanno una trentina di minuti a disposizione per sostituire i bordi sensibili prima che debba ripartire. Domenica in mezz’ora hanno dovuto lavorare fino ad un massimo di diciotto porte su uno stesso treno. E a fine giornata sono intervenuti oltre cento volte: questo il numero dei bordi sensibili divelti. L’Eav si prepara anche ad acquistare nuovi bordi, che vengono ancorati alle porte in maniera fissa, a prova di vandali: si attende la conclusione della gara d’appalto per sostituire le guaine su tutti i treni.

Nella serata di domenica, poi, si registra anche il lancio di pietre: il treno partito da Sorrento alle 20:37 e diretto a Napoli è stato oggetto di sassaiola all’altezza della stazione di Barra. Una pietra ha mandato in frantumi il finestrino ed è entrata nel vagone, fermandosi su un sediolino, per fortuna vuoto. Ad accorgersi del raid sono stati i passeggeri, che hanno avvisato il personale a bordo: il treno è stato portato al capolinea. Si tenta di individuare gli autori del raid operazione tutt’altro che facile.