All’Istituto Sant’Anna la presentazione del Dizionario dei sogni

dizionario-sogni

SORRENTO. Giovedì prossimo, 14 giugno 2018, alle ore 16:45 presso il Sant’Anna Institute – Aula 1 di via Marina Grande, a Sorrento, è in programma la presentazione del libro di Valerio Cappozzo dal titolo Dizionario dei sogni nel Medioevo (Leo S. Olschki Editore). Dialogheranno con l’autore Elsa Filosa (Vanderbilt University), Luca Marcozzi (Università degli Studi Roma Tre) e Maddalena Signorini (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”).

Dall’alba dei tempi ogni società ha provato a investigare il mistero del sogno e a misurarne la veridicità e il profetismo. I metodi d’interpretazione variano in ogni epoca, ma la struttura dei libri dei sogni è rimasta la stessa dall’Antico Egitto, alla Smorfia Napoletana, ai giorni nostri, anche dopo l’avvento della psicanalisi. Nel decifrare le immagini notturne i più importanti scrittori e scienziati del Medioevo e del Rinascimento hanno usato i sogni e le visioni per capire e spiegare meglio la realtà. Dante, Cecco d’Ascoli, Petrarca e Boccaccio, autori presenti nei manoscritti studiati, rispettano le teorie onirocritiche classiche e medievali e utilizzano, nelle loro opere, simboli contenuti nel più comune manuale d’interpretazione.

Il Dizionario dei sogni è formato da voci provenienti dalle versioni in latino e in volgare del Somniale Danielis, e in italiano il Libro dei sogni del profeta Daniele, dal IX secolo alle edizioni a stampa, fino al 1550. Considerato comunemente dagli studiosi un testo poco interessante e lungi dall’essere utilizzabile dagli autori del Tre e
Quattrocento, o ancora da quelli del Rinascimento, il Somniale si dimostra, al contrario, un prontuario versatile, risultato di una complessità che grazie alla sua struttura e alle interpretazioni concise ha permesso una diffusione capillare nel corso di oltre 3200 anni di storia.

Valerio Cappozzo è Assistant Professor of Italian e Direttore del programma di Italianistica dell’University of Mississippi, Usa. Ha studiato a “La Sapienza” di Roma Filologia e critica dantesca con Achille Tartaro prima di trasferirsi negli Stati Uniti e conseguire il Ph.D. con H.Wayne Storey all’Indiana University. Specializzato in filologia materiale e critica letteraria oltre all’interpretazione dei sogni sta lavorando sul concetto di diplomazia culturale tra il mondo cristiano e musulmano nel Medioevo e nel Rinascimento. Membro del comitato scientifico di diverse collane e riviste letterarie e filosofiche è attualmente il segretario dell’American Boccaccio Association.