Aggressioni e guardoni: “Più vigilanza per la Regina Giovanna”

regina-giovanna3

SORRENTO. Abbiamo ricevuto la segnalazione da parte di un lettore in merito ad incresciosi episodi che si verificano nella zona dei Bagni della Regina Giovanna e La Solara. Nell’area, una delle più frequentate da turisti e bagnanti, si aggirerebbero veri e propri maniaci.

“Dopo una estate finalmente più tranquilla rispetto agli anni scorsi – scrive il lettore di SorrentoPress – in questi giorni il maniaco di turno, un giovane sulla trentina, ha molestato due turiste che son scappate letteralmente terrorizzate. L’uomo si è imbattuto in un bagnate che ha visto cosa stava accadendo e lo ha redarguito, ma il losco individuo innervosendosi, ha iniziato a minacciarlo di morte e più volte si è avvicinato a lui per malmenarlo.

Una scena nella scena che in un posto dove si cerca la rivalutazione e la pace non deve assolutamente accadere. Grazie alle numerose firme e all’impegno con denunce varie dei bagnati più assidui del posto, e purtroppo a fatti eclatanti (vedi lancio di un motociclo a mare) si è ottenuta la vigilanza e lo sbarramento alle moto ed agli scooter all’ingresso della stradina che porta a mare.

Ora si chiede una vigilanza costante anche giù, tra i ruderi e gli scogli della Regina Giovanna e anche de La Solara per almeno scoraggiare questi maniaci e proibire anche a spudorati ”fotografi – guardoni” che di nascosto, rubano ogni giorno, letteralmente la privacy di coppie e donne in cerca di pace, desiderose solo di fare un bagno o prendere il sole o leggere un libro. Bisogna aspettare uno stupro o il morto per ottenere maggiori controlli e sicurezza? Speriamo di no, ma quest’ultimo episodio suddetto lascia presagire che prima o poi…”.