Capri Watch - Fashion Accessories

A Vico Equense si presenta il libro Elogio al reddito di cittadinanza

elogio-reddito-cittadinanza

VICO EQUENSE. Investire sulla propria professionalità e prepararsi alla prossima attività lavorativa. Da questo stimolo nasce la riflessione di Domenico Raio nel suo ultimo libro “Elogio al reddito di cittadinanza” (6 euro, pp. 65) edito da Giammarino Editore. Dopo le presentazioni di Napoli e Bari, continuano gli appuntamenti con il libro edito dalla casa editrice napoletana con quello previsto per domani, giovedì 13 febbraio 2020, alle ore 18 presso la libreria Ubik di Vico Equense. 
All’evento, moderato dal giornalista di Metropolis, Salvatore Dare, parteciperanno: Carlo Alfaro, critico letterario, Domenico Raio, autore e Gino Giammarino, editore.

Elogio al reddito di cittadinanza non è un testo “tecnico” ma, piuttosto, un pamphlet “pratico” dove si elogia la misura economica del provvedimento. L’opera, infatti, non si inerpica tra i bizantinismi del linguaggio politichese o le sterili valutazioni degli economisti, fatte solo di cifre e dati quasi mai incontrovertibili. Un piccolo, ma geniale libretto, che parla dall’esperienza diretta, vissuta, quotidiana, capovolgendo il punto di vista di chi ha parlato di una semplice misura assistenziale.

Non solo: per Raio “… favorisce l’ottenimento di un posto di lavoro in tempi più rapidi; è una spinta all’economia, un’integrazione ai bassi salari e agli stipendi da parttime; restituisce dignità al disoccupato; contrasta lo sfruttamento del lavoratore; combatte il lavoro nero; consente di trovare impieghi più qualificati; aumenta il potere contrattuale dei disoccupati; incrementa la formazione del disoccupato e ne favorisce il ristoro; combatte l’emarginazione del senza lavoro e gli consente d’intraprendere relazioni sentimentali; rafforza il diritto alla giustizia del cittadino indigente; rende liberi da condizionamenti di ogni sorta; sviluppa il senso della solidarietà sociale; ferma l’emigrazione dal Meridione; rinsalda lo spirito europeistico; risarcisce i disoccupati del Sud per il maggior tempo impiegato nella ricerca di un posto di lavoro…”.

“Appena si è parlato di questa misura, quel certo Nord, cosiddetto operoso, – afferma l’Editore – lo ha bollato immediatamente come provvedimento assistenzialista per il Sud. Il contenuto di questo volume ci ha convinto a farne un’opera nostra anche in chiave di risposta al solito luogo comune antimeridionale che ancora permea ampi strati settentrionali del Paese”.