Capri Watch, fashion accessories

A Sorrento volantini invitano i turisti a non dare soldi ai mendicanti

accattonaggio2

SORRENTO. Nonostante appelli e petizioni e malgrado sia in vigore un’ordinanza del sindaco, il problema è ancora sotto gli occhi di tutti: le strade del centro storico sono invase da mendicanti, spesso accompagnati da bambini piccoli per impietosire i passanti. Una situazione che in tanti ritengono insostenibile per il decoro della città, ma soprattutto a causa dello sfruttamento di bimbi a volte ancora in fasce. Per questo in alcuni esercizi del cuore di Sorrento cominciano a comparire dei volantini attraverso i quali si chiede a clienti e turisti di non distribuire elemosine.

“Al fine di arginare il dilagante fenomeno dell’accattonaggio, in particolar modo quello perpetrato con lo sfruttamento di minori, vi suggeriamo di non dare soldi ai mendicanti”. È quanto si legge sui manifesti che si vedono in giro. L’iniziativa è promossa da Francesco Gargiulo, titolare di un negozio e leader del movimento civico Conta anche tu, che spiega di aver pubblicato i volantini poiché “spesso la polizia municipale accompagna i mendicanti alla stazione, ma dopo poche ore li ritroviamo nei luoghi in cui sono soliti chiedere l’elemosina”.

Oltre ad invitare a non dare soldi a chi è dedito all’accattonaggio, i commercianti chiedono anche alle forze dell’ordine di insistere maggiormente nella repressione, anche segnalando ai servizi sociali i casi di bambini sfruttati per impietosire i passanti. In passato non sono mancati casi in cui si ipotizzava anche che i piccoli venissero narcotizzati per tenerli tranquilli.