Capri Watch fashion & Accessories

A Sorrento un flash mob per chiedere aiuti per il commercio

flash-mob-commercio-sorrento

I commercianti di Sorrento messi in ginocchio dalla pandemia, dalla crisi economica e dal blocco del turismo estero. Sono tante le attività che in questi mesi sono costrette a fronteggiare una situazione senza precedenti e che non possono contare neanche sugli aiuti dello Stato. E in molti hanno alzato bandiera bianca chiudendo i battenti.

Per sensibilizzare cittadini ed istituzioni sulla problematica per oggi pomeriggio alle ore 18:30 è stato organizzato da Confcommercio un flash mob in piazza Tasso. In contemporanea analoghe manifestazioni sono in programma a Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia. I partecipanti saranno “vestiti di bianco come fantasmi per dare forza al messaggio”.

“Con questa iniziativa – spiega il presidente di Confcommercio Sorrento, Natalino Attardi – vogliamo dimostrare tutta la nostra solidarietà a quelle attività più penalizzate in questo difficile momento. Pensiamo ai negozi rimasti aperti e che non possono ottenere sussidi ma che sono in difficoltà perché devono comunque tenere fede agli impegni assunti. Non lamentiamo mancati guadagni, ma gravi perdite dovute a scorte di magazzino da dover pagare. Senza dimenticare le altre spese come i canoni di locazione e le forniture elettriche, idriche e telefoniche”.

Allo stesso tempo con il flash mob in programma oggi si intende accendere i riflettori anche sulle difficoltà di altre categorie. “Siamo vicini anche a guide, Ncc, autisti di autobus turistici ed a tutte le categorie in sofferenza”, conclude Attardi.