Capri Watch fashion & Accessories

A Sorrento si attivano i parcheggi stagionali

parcheggi-stagionali

Il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola, ha firmato nella giornata di ieri un’ordinanza per l’individuazione di aree da adibire alla sosta di veicoli, in via eccezionale e temporanea, e limitatamente al periodo compreso tra il promo maggior ed il 31 ottobre.

I proprietari degli spazi, se interessati, potranno dare comunicazione dell’inizio della propria attività, all’Ufficio Attività produttive del Comune di Sorrento. I parcheggi dovranno essere idonei, su attestazione del comando di polizia locale, ad evitare ricadute negative del flusso veicolare esistente e sull’ordine e la sicurezza pubblica, oltre a rispettare lo stato dei luoghi e l’ambiente.

“A seguito dei fenomeni pandemici ricollegabili al cosiddetto coronavirus, i cui effetti si sono riverberati anche sulla stagione in corso – spiega il sindaco Coppola – risulta ancora indispensabile garantire maggiori spazi al fine di assicurare il giusto distanziamento” anche perchè “un sempre maggior numero di persone utilizza ed utilizzerà mezzi privati piuttosto che quelli pubblici”.

Il provvedimento è motivato anche con il fatto che, con l’avvio della stagione turistica, “si potrebbe determinare l’afflusso di una notevole popolazione fluttuante, oltre quella residente, che usufruirebbe delle varie e diverse soluzioni ricettive che offre il territorio. Contestualmente si assisterebbe, quale fenomeno indissolubile ed inevitabile, all’ appesantimento delle condizioni di vivibilità e sicurezza dell’intero comprensorio, culminanti con l’arrivo in città di una moltitudine di veicoli per il trasporto di persone e/o cose”.

Il primo cittadino di Sorrento evidenzia anche che l’aumento del traffico “talvolta per fasce orarie e per particolari giornate di calendario o coincidenze festive, si aggrava e si ripercuote molto negativamente su tutto il territorio cittadino ed evidenzia criticità di fondo che si possono condensare nel blocco prolungato, e quindi seriamente pregiudizievole per eventuali operazioni di emergenza e soccorso, del flusso auto veicolare”.

Coppola, come precisa nell’ordinanza, ritiene che i problemi di mobilità si vengono a determinare per due ordini di motivi: “l’inadeguatezza di aree di sosta, anche solo provvisorie o temporanee, specie nelle zone normalmente utilizzate per la balneazione che obbliga i vacanzieri e turisti in genere a girovagare con i propri veicoli per il territorio cittadino in cerca di uno spazio idoneo con ripercussioni sulla sicurezza, nella sua accezione più ampia, della popolazione”;

ed anche perché “la particolare situazione dei luoghi della penisola sorrentina, di per sé caratterizzata da percorsi stradali di modeste dimensioni non più modulati all’ incremento del traffico e con la presenza diffusa di restringimenti, tortuosità e curve, che comportano un rallentamento del traffico stesso”. Una serie di circostanze che hanno portato all’adozione del provvedimento per individuare aree di sosta temporanee nel territorio cittadino.