Capri Watch fashion & Accessories

A Sant’Agnello autorizzato il cartello per Regeni

cartello-verità-regeni

Il Comune di Sant’Agnello ha dato il via libera all’esposizione dello striscione “Verità per Giulio Regeni”. Il sindaco Piergiorgio Sagristani ha autorizzato l’installazione “per il tempo necessario affinché ci sia ‘Verità per Giulio Regeni'”, tenendo conto, come spiega in una nota protocollata questa mattina, “che il contenuto del cartello ha carattere puramente umanitario, in quanto simbolo di partecipazione alla catena della verità per Regeni”.

Lo striscione era stato rimosso alcuni giorni fa dopo che la polizia locale aveva intimato alla proprietaria dell’appartamento dove era stato affisso, di rimuoverlo dal suo balcone. A raccontare la vicenda è stata la diretta interessata, Paola Gargiulo, via social.

“L’invito a rimuovere il cartello era stato disposto in attuazione dell’articolo 23 del codice della strada per mancanza di autorizzazione”, ha spiegato il comandante della polizia municipale, Aniello Gargiulo. Al comma 4, infatti, si precisa che “l’allocazione di cartelli e di altri mezzi pubblicitari lungo le strade o in vista di esse è soggetta in ogni caso ad autorizzazione da parte dell’ente proprietario della strada”.

Una vicenda in merito alla quale era intervenuto anche il primo cittadino chiedendo spiegazioni al responsabile della polizia municipale. Poi è stato lo stesso sindaco Sagristani, in seguito alla richiesta della Gargiulo, ad autorizzare l’installazione. Soddisfatta, ovviamente la proprietaria dell’appartamento.