Capri Watch, fashion accessories

A 15 anni pescatore di frodo di datteri in penisola sorrentina

datteri-91218-1

Il business è redditizio allora anziché andare a scuola è meglio immergersi nelle acque della costiera sorrentina per estrarre i datteri di mare da rivendere anche a più di 100 euro al chilo. Ma un ragazzo di appena 15 anni non aveva fatto i conti con le maglie sempre più strette della rete con la quale la Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, con il supporto della Procura della Repubblica di Torre Annunziata, sta tentando di arginare la pesca di frodo dei pregiati molluschi.

E così il ragazzino giovedì scorso si è ritrovato negli uffici della Guardia Costiera stabiese davanti ai militari del gruppo speciale nato proprio allo scopo di indagare sul fenomeno e bloccare la commercializzazione illecita dei datteri estratti dalle rocce della penisola sorrentina, da Massa Lubrense a Vico Equense, anche dallo specchio di mare inserito nell’Area marina protetta di Punta Campanella.

Pizzicare il giovanissimo datteraio non è stata neanche una grande sorpresa per gli uomini del comandante Ivan Savarese. Il 15enne, infatti, in base a quanto risulta dalle indagini, sarebbe già stato utilizzato come palo e corriere dall’organizzazione criminale che fa affari d’oro con il commercio dei preziosi molluschi.