Una delegazione del Pd sul Monte Faito: “La funivia è una priorità”

Monte-faito

VICO EQUENSE. “Il Faito presenta tante criticità, ma ha grandissime attrattive e potenzialità che devono essere valorizzate per lo sviluppo turistico ed economico del territorio”. Lo hanno affermato i membri della delegazione del Pd che, ieri mattina, si sono recati sulla vetta della “montagna buona” per verificare le condizioni dei luoghi, lo stato delle strutture e incontrare cittadini e operatori.

 

L’obiettivo è creare una task-force istituzionale, al fine di tutelare una delle più importanti ricchezze naturalistiche della Campania. “La riapertura della funivia – afferma Antonio Marciano, consigliere regionale democrat – sollecitata con un’interrogazione alla giunta regionale, è una delle priorità di questa battaglia per la valorizzazione di un sito strategico della nostra regione. Vale la pena inoltre ricordare che, grazie alla sinergia con il Comune di Castellammare, siamo già riusciti a sbloccare i 10 milioni di euro di fondi europei disponibili per la città, che serviranno a ripristinare la strada che da Quisiana porta al Monte Faito”. Il progetto istituzionale, che sarà presentato a breve anche all’assessore regionale ai lavori pubblico Edoardo Cosenza, punta anche a non perdere gli importanti finanziamenti disponibili per la riduzione del rischio idrogeologico e la messa in sicurezza di via Giusso.

La fase preliminare, che si concluderà ufficialmente entro il prossimo 31 dicembre, mette in campo vari interventi di sistema: dalla cura della foresta e dal ripopolamento della fauna selvatica alla lotta al randagismo. Ancora, dalla riapertura della Funivia e della strada di Quisiana alla mappatura delle aree di tutela, con una segnaletica adeguata dei divieti e delle opportunità. Infine, si punterà alla realizzazione di attività educative per diffondere la conoscenza della montagna nelle comunità locali, fino alla costruzione di percorsi sperimentali per i portatori di handicap.

RIPRODUZIONE RISERVATA