Tutto pronto per la cerimonia di ordinazione di 5 nuovi sacerdoti in programma oggi nella cattedrale di Sorrento

ordinazione-sacerdotale

SORRENTO. Paolo Anastasio, Emmanuel Miccio, Mario Schisano, Maurizio Molino e Giuseppe Sorrentino. Sono i cinque nuovi sacerdoti che l’arcivescovo Francesco Alfano ordinerà oggi pomeriggio, alle 18:30, nel corso di una solenne cerimonia nella cattedrale di Sorrento. Tre di essi,
Emmanuel, Paolo e Mario, hanno frequentato il liceo scientifico “Gaetano Salvemini”, con gli ultimi due che sono stati addirittura compagni di classe per cinque anni.

Emmanuel Miccio, classe 1986, proveniente dalla parrocchia di San Michele Arcangelo di Piano, ha conseguito il baccalaureato in Teologia prima di iscriversi al corso di licenza all’istituto di liturgia pastorale di Padova.

Percorso simile per Paolo Anastasio, 27enne anch’egli proveniente dalla parrocchia di Piano, che alle spalle ha un’esperienza da missionario: nel luglio del 2012 ha dato il proprio contributo in Costa d’Avorio, nella parrocchia Saint Laurent di Yopougon.

Mario Schisano, anch’egli classe 1987, arriva dalla parrocchia di Santa Maria delle Grazie di Massa Lubrense ma ha alle spalle esperienze in diverse parrocchie della provincia di Napoli.

Ai tre sorrentini si aggiunge il caprese Maurizio Molino, 34 anni, il quale, dopo essersi diplomato all’istituto professionale per il commercio di Anacapri, si è laureato in Economia e Commercio prima di assecondare la vocazione pastorale.

Completa il gruppo Giuseppe Sorrentino, 31enne di Castellammare, proveniente da una parrocchia della periferia stabiese, Santa Maria dell’Arco, nel quartiere di Ponte Persica.

arcivescovoAlfano

I cinque nuovi sacerdoti hanno condiviso anche un’altra tappa importante del loro percorso spirituale: il 4 ottobre scorso sono stati ordinati diaconi tutti insieme, nella cattedrale di Castellammare, da monsignor Francesco Alfano. E anche oggi sarà l’arcivescovo a benedire il loro impegno al servizio di Dio. “Si tratta di un dono grande per la nostra comunità diocesana – sottolinea monsignor Alfano – che contiene un messaggio forte per i giovani: fare scelte coraggiose mettendosi al servizio della Chiesa da laici o consacrando la propria vita a Dio”. Per l’arcivescovo di Sorrento, “l’ordinazione di cinque nuovi sacerdoti rappresenta sia un segno di speranza che un invito all’impegno disinteressato: è sulla base di questi valori che la comunità locale può e deve risorgere”.

Insomma, per monsignor Alfano quella di oggi è una giornata di festa. Ad aprile 2012, subito dopo il suo insediamento, il capo della chiesa sorrentina preferì come residenza il seminario diocesano di Vico Equense. Una scelta niente affatto casuale, dettata dalla necessità e dalla voglia di seguire personalmente il percorso di avvicinamento al sacerdozio dei giovani seminaristi. A distanza di due anni, l’ordinazione di cinque nuovi sacerdoti premia questa decisione: “La nostra terra ha un patrimonio di spiritualità che non deve essere dissipato”, conclude monsignor Alfano.