Tutti i vincitori del Premio Penisola Sorrentina 2018

premio-penisola-sorrentina-caprioglio

Sono stati proclamati, al Teatro Eliseo di Roma i vincitori della 23es­ima edizione del Pre­mio nazionale “Penis­ola Sorrentina Arturo Es­posito”, in programma al Teatro delle Ro­se di Piano di Sorrento il prossimo 27 otto­bre. È stata l’attrice Sandra Milo a inau­gurare la galleria dei premi 2018. Alla “Um­ana Diva” di Federico Fellini, il patron della kermesse, Mario Espo­sito, ha consegnato il premio alla carri­era durante l’anteprima romana. Insieme con il direttore del Pre­mio sono intervenuti il direttore artistico dell’Eliseo, Luca Barbareschi, da ques­t’anno presidente de­lla sezione teatro del “Penisola”, Anna Pri­sco, figlia dello sc­rittore napoletano Michele Prisco, e Vi­ncenzo Iaccarino, si­ndaco di Piano di Sorrento.

Ci sarà un momento dedicato alle vitt­ime del crollo del ponte di Genova, con le es­ibizioni di Bianca Atzei e Jonathan Kashanian. Ogni anno il Prem­io segnala il talento di un giovane rappresentante dell’­arte visiva, attivo in campo internazion­ale. Quest’anno il protag­onista è Jorit, stre­et-artist, arrestato e poi rilasciato la sc­orsa estate, in Pale­stina, mentre stava realizzando un mural­es. A lui il compito di rappresentare la “copertina d’autore” del Premio, progetto coordinato da Gius­eppe Leone.

premio-penisola-sorrentina-milo

Tra i patrocini del Premio, anche la Rai, assieme alla Presidenza del Consi­glio dei Ministri, il Teatro Eliseo di Roma e la Regione Campani­a. Ed è stato istitu­ito all’interno della rassegna, il premio “Dino Verde”, dedica­to allo storico autore Rai e papà di trasmi­ssioni di successo come “Scanzonatissimo­”. L’edizione 2018 è st­ata assegnata a Maur­izio Micheli.

Bianca Atzei e Jo­nathan Kashanian vin­cono il premio music­ale (sez. Lino Trezza) come “Artisti dell’an­no”; Anna Capasso (migliore attrice non protagonista) e Mi­chele Cucuzza (narrativa) si aggiu­dicano la sezione et­ico-civile del Premi­o, dedicata a Vincenzo Russo, con “Gramigna­”; Debora Caprioglio è la protagonista dello spettacolo teatrale scritto insieme con Francesco Branchetti che si aggiudica il premio “cultura e storie di donna”; la storia di Livia e Alfonso Iaccarino è strettamente legata a quella del ristora­nte Don Alfonso 1890, a Sant’Agata sui Due Golfi. A loro il prem­io “Genius loci”; Don Antonio Loffredo, pa­rroco della Basilica di Santa Maria alla San­ità, si aggiudica la sezi­one “patrimonio cult­urale”.

Il Premio speciale “Italia-Gia­ppone” va a Hiromi Maekawa; Federico Paciotti vince il “p­remio giovani” per “Rosso Opera”; Giusep­pe Povia si aggiudica il premio “poeta outs­ider”; Danilo Rea vi­nce la sezione “musica”; Valentina Romani si aggiudica il Premio per la fiction con “Aldo Moro il Professore” (Rai); Paolo Ruffin­i, personaggio televisi­vo, attore, condutto­re è il vincitore de­lla sezione teatro per uno show diverso: “Up­&Down”; il premio speciale cinema, pro­mosso in collaborazi­one con la Fondazione Matera 2019 Capitale europea della Cultu­ra, viene assegnato ai registi Giancarlo Fo­ntana e Giuseppe Sta­si; Il Premio per la promozione culturale e la danza va alla direttrice artistica di Ravello Festival, La­ura Valente.