Capri Watch - Fashion Accessories

Tre Comuni in campo per pulire la Statale Amalfitana

camionrifiuti

VICO EQUENSE. Ambiente ed ecologia, focus nelle due costiere. Ieri mattina, appuntamento in uno degli angoli più suggestivi del territorio di Vico Equense che si estende sul versante della costiera amalfitana. Una terrazza caratterizzata da un panorama mozzafiato che si affaccia a strapiombo sulla spiaggia di Tordigliano. Tra pini e vegetazione spontanea ci sono anche tantissimi rifiuti di ogni genere abbandonati senza nessun rispetto del luogo.

Così, è scattata l’operazione “SS163 pulita”. Delegazioni dei Comuni di Positano, Piano di Sorrento e Vico Equense hanno attuato un intervento di pulizia straordinaria di cunette e piazzole di sosta in località Tordigliano e dintorni. Alla giornata ecologica, hanno partecipato i soci dell’Associazione volontari del Faito, gli operatori ecologici della Sarim, il responsabile del servizio ecologia del Comune di Vico Equense, Ferdinando De Martino, il consigliere comunale Carolina Apuzzo, Bartolo Staiano della cabina di regia Vico Equense e l’assessore del Comune di Positano, Giuseppe Guida.

Oggi, invece, giornata ecologica tra mare, ambiente ed archeologia presso la Regina Giovanna, organizzata da assessorato all’Ambiente del Comune di Sorrento, associazione Marevivo, Area marina protetta di Punta Campanella e società Penisolaverde. L’iniziativa si svolgerà in due momenti: il primo la mattina tra le 10 e le 12 con un intervento di pulizia dei fondali a largo dei Bagni della Regina Giovanna, ad opera del nucleo sub della Guardia di Finanza di Napoli, con il colonnello Biagio Looz e con il comandante Nicola Riccio, del nucleo stazione navale, sempre delle fiamme gialle di Napoli, con il maggiore Pierpaolo Atzori, degli uomini della Guardia Costiera guidati dal luogotenente Enrico Staiano, dell’associazione Marevivo rappresentata dal delegato regionale Carmine Esposito, dell’area Marina Protetta Punta Campanella, dell’associazione Jacques Cousteau e di altre organizzazioni di sub.

Il secondo momento si svolgerà alle ore 15:45 con punto di incontro presso la chiesa parrocchiale del Capo di Sorrento, dove grazie alla partecipazione del gruppo Scout Piano di Sorrento 1, e di altri giovani volontari, sarà realizzato un intervento di pulizia e di didattica presso la zona marina dell’oasi naturalistica, che interesserà anche le scogliere della Solara. A conclusione di giornata, alle ore 18, presso la zona pianeggiante dove sono collocati i ruderi della domus romana, si svolgerà una visita guidata a cura dell’archeologa Lia Trapani.