Capri Watch fashion & Accessories

Terzo risultato utile consecutivo per la Dinamo Sorrento

dinamo-sorrento-tigers

Terzo risultato utile consecutivo per la Dinamo Sorrento, che conquista un punto in quel di Campagna sul terreno delle Tigers. Un pari che sa di beffa, con le rossonere avanti di due lunghezze nelle battute iniziali della ripresa, ma raggiunte in extremis sul 3-3 al termine di un’azione contestata. La classifica resta così cristallizzata, con la Dinamo chiamata a conquistare i 3 punti nell’ultimo turno casalingo contro Koinè, in uno scontro diretto che vale il quarto posto in graduatoria. Out Guarracino per squalifica, coach Di Dato parte con Porzio tra i pali, Granata, Abbenante, Botta e capitan Catapano. Le Tigers rispondono con Sabetta, Chiaino, Pierno, Ghita e Palma.

Pronti via, e subito gran palla in verticale di Abbenante per Granata, salva Sabetta in uscita. Catapano scarica un gran destro al volo che sfiora l’incrocio dei pali. È il preludio al vantaggio dei costieri: corner di Granata battuto corto per Catapano, slalom irresistibile tra due avversari, e diagonale chirurgico che si insacca sul palo più lontano. Il numero perfetto del bomber rossonero? Il 7. Il capitano veste la maglia n° 17, sigla il 17° centro complessivo in tutte le competizioni, e viaggia alla media di 1 gol a partita con 7 reti nelle ultime 7 gare ufficiali. Porzio chiude la saracinesca su Palma, Abbenante dà spettacolo offrendo una magica palla di ritorno per Granata allontana dalla difesa, quindi strepitosa apertura di Granata sulla sinistra per Abbenante, palla in mezzo per Botta che trova sulla propria strada una sontuosa Sabetta.

Granata legge benissimo le intenzioni delle rivali, e corre a salvare sulla linea di porta un’inzuccata destinata in fondo al sacco. Pierno è provvidenziale su Abbenante, ma nel miglior momento della Dinamo, le padrone di casa pareggiano i conti grazie ad una mezza girata di Chiaino che beffa Porzio. Catapano impegna il portiere dalla distanza, Abbenante manca di un soffio il tap-in da zero metri, poi Granata di collo esterno va vicinissima al nuovo vantaggio. Il gol è nell’aria e giunge alcuni giri di lancette più tardi: rimessa laterale di Catapano sporcata dalla difesa, ne approfitta Abbenante con un tocco di esterno sinistro dolcissimo che non lascia scampo a Sabetta. Il laterale costiero è on-fire, e va a segno anche alla “prima” lontano da Viale dei Pini dopo il poker al Teano.

Granata potrebbe chiudere i conti, ma sul pallonetto a scavalcare il portiere trova l’intervento di Ghita che spazza tutto sulla linea di porta. Sabetta toglie dal sette un tracciante di Catapano, poi il capitano rossonero è scatenato: recupera di rabbia un pallone all’altezza del cerchio di metà campo e calcia sul primo palo trovando una deviazione che manda la sfera in angolo. Granata si immola su Di Nola, Ghita spizza un cross di Catapano costringendo Sabetta agli straordinari per evitare il peggio, poi prima del riposo Porzio si fa sentire e toglie a Cicatelli lo spazio visivo per battere a rete.

In avvio di ripresa Abbenante non passa sul muro salernitano, la seconda palla è preda di Botta che non trova lo specchio. Catapano è subito pericolosa da centrocampo, quindi la Dinamo cala il tris con una strategia provata e riprovata in allenamento. Lungo lancio di Porzio, splendido controllo di Botta e lob con il contagiri sull’uscita del portiere. Il pivot Dinamo sale a quota 6 in classifica marcatori, confermandosi in un buon momento di forma con 3 gol nelle ultime 4 partite. Il doppio vantaggio dura pochissimo, perché le Tigers accorciano immediatamente con un bolide di Palma sul quale Porzio non può opporsi. Botta trova l’imbucata per Abbenante, ma il portiere si salva in maniera fortunosa. Poco dopo il laterale Dinamo riceve in posizione defilata, si gira in un fazzoletto ed impegna Grimaldi alla parata a terra.

Catapano dialoga con Botta, e calcia a giro trovando i guantoni di Grimaldi. Pochi istanti più tardi il capitano rossonero chiude l’uno-due con Abbenante e costringe il portiere salernitano ad un autentico miracolo. Porzio mette una pezza su Pierno, Grimaldi replica sulla bomba di Abbenante e poi ancora sul tocco di punta del laterale rossonero. Catapano in ripiegamento chiude la linea di passaggio tra Cicatelli e Ghita, quindi Grimaldi vince il duello con Botta e poi con Abbenante. Il batti e ribatti è tambureggiante, e su un’azione contestata le Tigers pareggiano.

Botta protesta per una rimessa laterale fischiata a sfavore, le padrone di casa battono in velocità, palla per Chiaino che da posizione defilata trova l’angolino più lontano. Le rossonere protestano perché la sfera sembrerebbe aver oltrepassato la linea laterale. Non finiscono le emozioni. Le Tigers superano il limite dei falli, Cicatelli stende Granata e l’arbitro decreta il tiro libero che potrebbe indirizzare definitivamente la gara verso Sorrento. Dal dischetto si presenta Catapano, ma Grimaldi si guadagna le copertine andando a smanacciare il pallone diretto nel sette alla propria sinistra.

Tutta la delusione nelle parole del coach Di Dato a fine gara: “Siamo nella fase conclusiva della regular season, e purtroppo iniziamo ad accusare un leggero calo fisico e mentale che ha permesso ai nostri avversari di riprenderci in extremis nelle ultime due gare. La classifica resta immutata, ma c’è tanto rammarico perché maciniamo gioco, creiamo tantissime occasioni, ma il risultato non ci premia. Ora avremo una settimana di riposo per mettere benzina nelle gambe in vista dell’ultimo, decisivo turno di campionato. Poi ci focalizzeremo sui play-off”