Strega Pidocchia, il libro di favole della penisola presentato in Comune

Strega

SORRENTO. Nella Sala Consiliare del comune di Sorrento sono state presentate ieri mattina le nuove favole della Strega Pidocchia, il personaggio già amato dai bambini della Penisola: l’unica strega sorrentina che fa monelleria  vivendo nei luoghi più caratteristici da Monte Faito a Punta Campanella.

 

A presentare il nuovo libro è stato anche quest’anno il sindaco di Sorrento, avvocato Giuseppe Cuomo, che ha avuto  per primo la felice intuizione di regalare ai bimbi della città un libro per Natale, regalo di cultura e di magìa, attraverso il quale i piccoli cittadini si divertono conoscendo meglio i luoghi di cui sono i fortunati abitanti.  L’autrice delle favole è la professoressa Emanuela Rajola, che anche quest’anno ha voluto donare i racconti ed i suoi personaggi fiabeschi al mondo dell’infanzia. Ha moderato l’evento il noto giornalista Antonino Siniscalchi, con interventi dell’assessore alla Cultura Maria Teresa De Angelis, del Presidente della Commissione Pari Opportunità professoressa Lucrezia Trovato, del dottor Carlo Alfaro. Alcuni brani delle favole sono stati letti dalla raffinata voce di Rosario Di Noto.Dopo l’intervento del Presidente dell’Associazione Studi Storici Sorrentini, l’avvocato Nino Cuomo, c’è stato un intermezzo danzante a cura dei ballerini della scuola di danza a.s.d. Teatro Tasso, diretta da Mariana Gargiulo e Mariangela Morvillo.La disegnatrice di questa nuova edizione de “La Strega Pidocchia è una giovanissima artista, Martina Stinga, studentessa del Liceo Artistico Grandi. La scrittrice, Emanuela Rajola, docente di materie letterarie e latino al Liceo Scientifico Salvemini, è al suo secondo libro di favole tutte sorrentine.

La strega Pidocchia, una strega non poi tanto cattiva, ha come unico scopo quello di far piangere tutti i bambini sorrentini, rovinando loro le gite a Monte Faito o sciogliendo i gelati che il Buon Gelataio distribuisce gratis a Piazza Tasso. Per fortuna le due fatine buone, Marigilda e Ginevra, accorrono sempre in tempo per fermare Pidocchia ed il suo amico Orco Peppo, un gigante buono originario della Ripa di Cassano. Quest’anno Pidocchia è alle prese con il fantasma di Torquato Tasso, che vuole con il suo pianto rivelarle che…Ma non sveliamo il mistero, che sarà scoperto solo dai bambini che avranno il libro in dono! L’evento è stato una vera festa dove l’amore per il territorio e quello per il mondo incantato delle favole hanno come unici amati protagonisti i bambini di tutte le età. Presenti gli alunni della Scuola  Santa Maria della Pietà, quelli della Vittorio Veneto e gli allievi della Scuola Media Tasso di Sorrento.

RIPRODUZIONE RISERVATA