Sospensione dell’attività per il ristorante “Cuore di Pizza” di Sorrento

cuoredipizza

SORRENTO. Stop all’attività del ristorante “Cuore di Pizza”, di piazza Angelina Lauro.

A stabilirlo è un provvedimento emesso l’altro giorno dal sindaco, Giuseppe Cuomo. Motivo? L’emissione di fumi ed odori dall’esercizio.

La vicenda inizia il 26 luglio dell’anno scorso, quando il giudice Mariacristina Carpinelli, della sezione distaccata di Sorrento del Tribunale di Torre Annunziata, emette un’ordinanza in tal senso.

Il 25 gennaio di quest’anno, poi, funzionari dell’ufficio Prevenzione dell’Asl Napoli 3-Sud hanno effettuato un sopralluogo presso il locale per verificare che i gestori avessero ottemperato a quanto disposto dall’Autorità giudiziaria. La successiva relazione mette in evidenza che “l’attività è regolarmente in funzione, senza aver, a parte un cambio dei filtri a carboni attivi, posto in essere nessuna delle prescrizioni contenute nell’ordinanza”.

I responsabili dell’Asl, quindi, hanno chiesto al primo cittadino si Sorrento di emettere un provvedimento finalizzato all’inibizione nei confronti della società “Cuore di Pizza di A. Fiorentino e V. Savarese snc”, dell’attività di ristorazione fino alla completa eliminazione degli inconvenienti dovuti ai fumi ed agli odori provenienti dal locale.

Il sindaco Cuomo, dunque, dopo la sollecitazione del personale dell’Asl, ha emesso un’ingiunzione attraverso la quale impone ai titolari dell’esercizio “la sospensione immediata di qualsivoglia attività di ristorazione nei locali di piazza Angelina Lauro, fino alla realizzazione di quanto imposto dall’ordinanza del giudice Carpinelli”. In caso di mancata ottemperanza, si precisa nel documento, si provvederà all’apposizione dei sigilli alla struttura con la conseguente comunicazione all’Autorità giudiziaria.