Il Sorrento perde lo scontro diretto col Martina, ora salvezza più lontana

Maiorino-in-azione

MARTINA FRANCA. La squadra di mister Simonelli interrompe la serie positiva e cade in casa del Martina. Per i rossoneri una prestazione sotto tono sul campo dei pugliesi, apparsi più determinati e cinici nelle fasi cruciali del match. Il Martina sa sfruttare gli spazi e coglie le debolezze dei rossoneri, orfani dello squalificato Imparato e dell’infortunato Innocenti.

Al 26’ a rompere l’equilibrio è Ilari, che sfrutta uno spiraglio utile per trafiggere Polizzi e portare in vantaggio il Martina. Il Sorrento non produce una reazione apprezzabile e si deve arrivare al secondo tempo per intravedere la riscossa dei ragazzi di Simonelli. Al 54’ viene espulso, tra le file dei padroni di casa, Zammuto per somma di ammonizioni.

È il segnale che il vento sta cambiando ed al 59’ il Sorrento riesce a conquistare un calcio di rigore, che viene trasformato senza problemi da Maiorino, bravo a superare Modesti dagli undici metri ed a ristabilire la parità. Ma a questo punto i rossoneri, nonostante la superiorità numerica, non riescono più a pungere. Il Martina, al contrario, pesca il jolly con Arcidiacono, che al 68’ sorprende nuovamente Polizzi, siglando il 2-1. Il Sorrento chiude in attacco, alla ricerca quantomeno della rete del pareggio, tuttavia viene punito al 90’ da Masini, che s’invola verso la porta campana e mette nel sacco il gol della vittoria.

Per il Sorrento una giornata da dimenticare, con la necessità di guardare subito ai prossimi impegni, puntando a riscattare la sconfitta ed a ritornare al successo per coltivare ancora delle residue speranze di sfuggire alla ghigliottina della retrocessione. Già domenica la partita con il Tuttocuoio potrebbe essere decisiva.