Siti da salvare, votiamo per la Regina Giovanna

regina-giovanna3

SORRENTO. “Luoghi del cuore” è un modo di dire entrato ormai nel lessico comune e utilizzato abitualmente per indicare posti unici, una mappa variegata e sorprendente formata da siti per noi speciali perché legati alla nostra identità e alla nostra memoria. Piccoli o grandi, famosi o sconosciuti, questi luoghi ci emozionano e raccontano la nostra storia personale: un sogno, una scoperta, una gioia, un rifugio. Vederli in stato di degrado o di abbandono, senza la cura necessaria a proteggerli o un’adeguata valorizzazione per farli conoscere, ci rattrista, ci ferisce ma ci fa anche impegnare e lottare per offrirgli un futuro.

Ora torna l’opportunità che tanti italiani aspettano per dare concretezza a questo impegno e dare voce alle loro richieste e ai loro desideri. Grazie alla 9ª edizione de I Luoghi del Cuore, il censimento nazionale dei luoghi da non dimenticare promosso dal Fai, il Fondo ambiente italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo che si svolge dal 30 maggio al 30 novembre 2018, è possibile partecipare a salvare e a far conoscere ciò che amiamo.

regina-giovanna

Per quest’edizione è in gara anche il sito paesaggistico-storico-archeologico dei Bagni della Regina Giovanna di Sorrento, Al momento sono decisamente pochi i voti ottenuti da questo prezioso tesoro della nostra terra, quindi mobilitiamoci e votiamo attraverso il sito www.fondoambiente.it nella sezione dedicata all’iniziativa perché vengano erogati contributi per la salvaguardia dei quest’area.

I risultati ottenuti in sedici anni di progetto sono straordinari, a dimostrazione della sua valenza sociale e di come il Fai venga percepito come un interlocutore, a volte l’unico, a cui rivolgersi con fiducia e speranza per chiedere azioni concrete. Votare i propri luoghi del cuore è dunque un grande gesto d’amore, individuale e collettivo; uno strumento semplice e diretto per accendere i riflettori dell’opinione pubblica su luoghi d’arte e natura bisognosi di cure e che, come un termometro, dà la misura del forte legame – che ci auguriamo possa continuare a crescere – tra la popolazione e il proprio patrimonio. Un servizio prezioso che FAI e Intesa Sanpaolo offrono alla nazione e che chiunque può usare per far sentire la propria voce senza intermediari.