Protesta dei commercianti contro la Gori: “Controlli delle acque reflue costosissimi”

PiazzaCota

PIANO DI SORRENTO. La Confcommercio invia una lettera alla Gori, società che gestisce in controllo delle acque in penisola, per chiedere un incontro urgente.

L’oggetto della missiva è l’eccessivo costo dei controlli sui pozzetti che l’azienda effettua periodicamente. In media ogni commerciante di Piano di Sorrento paga 470 euro trimestrali e, nel caso in cui si posseggono due pozzetti, il costo delle analisi raddoppia.

Il sindaco, Giovanni Ruggiero, ha più volte chiesto un incontro con i vertici della Gori per chiarire la questione. L’appuntamento è ora fissato per la fine di febbraio. L’Ascom chiederà a quel punto la verifica della legittimità delle ispezioni e la realizzazione di una tabella dei costi. Una questione che va aventi da mesi, nella quale è stato necessario coinvolgere il primo cittadino come mediatore, per evitare che la querelle finisca in Tribunale.