Prorogata di una settimana la chiusura serale del centro di Sorrento

piazzaTasso1

SORRENTO. Prorogata fino al 6 ottobre l’ordinanza che istituisce la zona a traffico limitato nel centro cittadino.

 

Il dispositivo che impone le limitazioni al traffico durante il periodo estivo, entrato in vigore lo scorso 5 giugno, avrebbe dovuto cessare i propri effetti a partire da oggi. L’altro giorno, invece, è stato emesso un nuovo provvedimento che prolunga di una settimana la validità della precedente ordinanza ed al tempo stesso impone anche i blocchi alla circolazione nei weekend fino ai primi di novembre.

La proroga è stata decisa in quanto “l’utenza turistica e stanziale ha dimostrato di gradire notevolmente tale dispositivo” ed anche in considerazione del fatto che “grazie alla clemenza del tempo si registra ancora una notevole affluenza di ospiti, così come confermato dai dati diffusi dall’Azienda di soggiorno e turismo di Sorrento-Sant’Agnello”.

Ma andiamo per ordine. Fino al 6 ottobre continua ad essere attiva la chiusura serale delle strade del centro cittadino. Nei giorni feriali l’interdizione al passaggio dei veicoli a motore scatta tra le 19,30 e la mezzanotte. Il sabato e nei prefestivi, invece, lo stop ad auto e scooter viene prolungato fino alle 2 di notte. La domenica e nelle giornate di festa, infine, il dispositivo prevede la ztl anche la mattina, dalle 10 alle 13.

Per quanto riguarda le zone interessate dal provvedimento non ci sono novità. L’isola pedonale con stop totale alla circolazione, quindi, viene attuata lungo il corso Italia tra piazza Tasso e piazza Veniero.

La zona a traffico limitato, invece, dove è prevista la possibilità di circolare per i taxi, gli autobus di linea ed i veicoli a servizio di portatori di handicap, interessa l’altro tratto di corso Italia, quello compreso tra piazza Tasso e piazza Lauro, oltre che viale Caruso ed il primo tratto di via Fuorimura.

Via Correale, infine, nel tratto tra il parcheggio Lauro e piazza Tasso, può essere attraversata solo dei veicoli diretti al porto di Marina Piccola, oppure alle strutture ricettive che sorgono nel centro storico.

RIPRODUZIONE RISERVATA