Capri Watch, fashion accessories

Prende il via questa sera la tre giorni di Festa a Vico 2019 – programma –

GennaroEsposito

VICO EQUENSE. Festa a Vico è l’evento che Gennaro Esposito (chef due stelle Michelin con la Torre del Saracino) ha ideato nell’ormai lontano 2003 per far incontrare cuochi emergenti ed affermati nella splendida location di Vico Equense, la sua città natale. Inizialmente l’esperimento era appunto quello di far trovare fianco a fianco, in un clima conviviale e con un pizzico di goliardia, i maestri dei fornelli più brillanti d’Italia. Un modo per unire una categoria spesso divisa e per creare un’atmosfera familiare nella quale era più facile scambiarsi opinioni e nel contempo divertirsi, uno di fianco all’altro, mentre si preparano gustose prelibatezze.

Nel corso degli anni la manifestazione si è ampliata, evoluta, quasi trasformata, diventando così un appuntamento fisso per gli amanti del food e non solo. Il mondo, degli chef ma anche dei curiosi, ha scoperto che a Vico Equense ci si può conoscere e ci si può far conoscere (visto che molti giovani promesse passate da qui sono poi diventate chef stellati) attraverso la condivisione del lavoro. Il tutto facendo del bene, perché Festa a Vico si connota per la sua vocazione sociale visto che l’intero incasso viene devoluto in beneficenza (nella passata edizione circa 270mila euro sono stati destinati a cinque progetti proposti dalle Onlus selezionate per la manifestazione).

festa-a-vico1

Già, ma come si svolge la Festa? Per tre giorni la cittadina che apre la costiera sorrentina diventa una “cucina a cielo aperto” perché Festa a Vico coinvolge tutto e tutti (ben 100 esercizi commerciali ma anche portoni e giardini che vengono aperti per l’occasione). La città di provenienza di Gennaro Esposito, lì dove ha casa la Torre del Saracino, viene letteralmente invasa da appassionati del genere e semplici turisti. Dinanzi alle botteghe artigiane, ai negozi, alle edicole o alle farmacie si raccoglie una incredibile folla di curiosi per assaggiare i piatti preparati al momento dagli chef ospiti di Gennaro, che a loro volta fanno ormai a gara per partecipare a questa kermesse di tre giorni che spazia dalla popolare “Repubblica del cibo” fino all’appuntamento glamour della “Cena delle Stelle”.

Festa a Vico è per tutti i gusti e per tutte le tasche ma non deroga mai al concetto di qualità che è insito nella cucina di Gennaro Esposito. Che ci sieda a tavola o si mangi lo street food in occasione del Cammino di Seiano – nella splendida cornice della Marina di Aequa -, il cibo sarà sempre di altissimo livello complice anche la sana “competizione” tra chef.

Insomma, Festa a Vico è nello stesso tempo di tutti ma talvolta per pochi, è glamour ma è anche…”soSTAnza”, vale a dire la “piazza degli artigiani” che mette in relazione chef stellati ed artigiani del gusto. Un’idea di Gennaro Esposito che ha riscosso grandi apprezzamenti: un itinerario imperdibile per gli esperti del settore che viaggiano attraverso i sapori più reconditi ma più autentici della cucina italiana, riscoprendo materie prime dimenticate o semplicemente sottovalutate. Un distillato della produzione di qualità del Belpaese per scoprire quali sono i prodotti che rendono poi speciali le creazioni dei maestri della cucina.

festa-a-vico

È per questi, e per tanti altri motivi che da Vico sono passati innumerevoli chef tra i più importanti del panorama nazionale ed internazionale. Alcuni hanno preso parte alle serate speciali che si sono succedute nel corso degli anni, altri hanno – come detto – fatto di Vico Equense il loro trampolino di lancio attraverso il “pranzo delle promesse”, uno dei tanti eventi “a latere” della Festa che ne impreziosiscono il valore e che richiamano l’attenzione dei media che, a loro volta, celebrano la manifestazione sia per le immagini, i colori ed i profumi di quei giorni sia perché attirati dal buon cibo, dai grandi chef e dalle finalità benefiche dell’evento.

Ma veniamo al programma. Si comincia questa sera, domenica 2 giugno, alle ore 19:30, quando il centro storico si animerà con oltre 200 chef impegnati a cucinare all’interno dei cortili, delle botteghe e delle attività commerciali. Una festa nella Festa, con turisti ed appassionati. Per gustare le prelibatezze della Repubblica del Cibo basterà una donazione di 22 euro da effettuare in prevendita o ai banchetti – disseminati per le strade di Vico Equense – di una delle sette Onlus i cui progetti saranno finanziati da Festa a Vico. La donazione darà diritto ad un carnet di cinque assaggi (oppure quattro più un bicchiere di vino) più acqua e caffè. La kermesse sarà allietata dalla musica di Radio Kiss Kiss, media partner dell’evento.

festa-a-vico2

La Festa proseguirà domani, lunedì 3 giugno, con “soSTAnza” (la piazza degli artigiani “distillato” delle materie prime d’autore che chiuderà i battenti l’indomani a pranzo) e la “Cena delle Stelle” per poi chiudersi martedì prossimo, 4 giugno, con “Il Cammino di Seiano”. Ecco perché in totale saranno oltre 400 gli chef che animeranno Festa a Vico, che per il quinto anno darà spazio anche alle stelle nascenti della cucina italiana con il pranzo di domani riservato a giornalisti e addetti ai lavori. Alla Torre del Saracino, infatti, andrà in scena “​Una Promessa è una Promessa​”, che vedrà impegnati una dozzina di chef accuratamente selezionati tra i più interessanti della cucina italiana. Uno “step” di crescita importante perché questo pranzo ha messo in vetrina nel corso del tempo almeno una decina di cuochi che poi sono approdati alla stella Michelin.