A Piano presentazione dei libri “Il Sangue dei Martiri” e “Non solo Camorra. Caserta terra di lavoro”

caiazzo-piano-1

PIANO DI SORRENTO. Si terrà domani pomeriggio, alle ore 18:30 presso la sala consiliare del Comune il primo incontro culturale del progetto “ Emozioni a confronto”, ideato dall’Associazione Ars Harmonia Mundi e curato dalla professoressa Letizia Caiazzo, con il patrocinio morale dell’ente di piazza Cota.

“Questo primo appuntamento – dichiara l’organizzatrice – si focalizzerà sui testi di due scrittori: il professor Giovanni Cardone con “ Il sangue dei Martiri” e la dottoressa Rosanna Rivas con “Non solo Camorra. Caserta terra di lavoro” .

I due lavori hanno un trait d’union, ossia l’intento dell’individuo di riaffermarsi come persona, con la propria dignità, riscattandosi dalla tirannia che in un caso è rappresentata da una forma di governo, nell’altro caso, dalla camorra.

“Le vicende della Repubblica partenopea – precisa Cardone – furono dense di sangue, di passioni politiche, di eroismi e di ferocia, costellate di figure femminili, da Lady Hamilton a Maria Carolina, da Eleonora Pimentel de Fonseca a Luisa Sanfelice, segnate dal protagonismo di un popolo sulfureo e straccione. Da lettura localistica, le vicende del 1799 sono diventate un momento chiave, in positivo o in negativo, della storia del Mezzogiorno e quasi della nostra storia nazionale”.

Il testo della Rivas, invece, è un appello accorato a rivalutare ed amare questo territorio, come ribadisce l’autrice: “Avrei voluto che chi avesse parlato di questa terra in modo feroce si fosse anche ricordato che oltre alla camorra c’è tanta storia millenaria che è orgoglio di veri intellettuali e storici dell’arte. Una mattina di sole mi sono recata in alcuni Comuni del basso casertano, di cui si parla a livello nazionale e mondiale solo per fatti criminosi e ho saputo di tanto volontariato che cerca di dare un po’ di serenità. Una faccia diversa che appartiene a persone pulite e che vivono non ai margini ma nella legalità”.

Un’occasione di riflessione, dunque, da non perdere su temi importanti della nostra storia presente e passata.