Parte la Scuola Calcio dell’Accademia Sorrento

campoitalia-sorrento

Venerdì 4 settembre, dalle ore 17, al campo Italia parte la Scuola Calcio dell’Accademia Calcio Sorrento, quest’anno con uno staff tecnico ed organizzativo di assoluto rilievo. Partendo dal ritorno di mister Pino La Scala Pino, dopo l’entusiasmante esperienza come collaboratore tecnico di Saurini nella Primavera del Napoli, ha preferito dedicare il suo tempo e la sua esperienza ai ragazzi nella nostra scuola calcio. Settore tecnico che si avvale anche della preziosa collaborazione del preparatore dei portieri, mister Mario Capece, che ha scelto di sposare il nostro progetto con la sua scuola portieri “Vita da Numeri Uno Project”, accantonando il professionismo per dedicarsi con passione al miglioramento dei nostri giovani. Gradito il ritorno al campo Italia di mister Beniamino Borchiellini che porta il suo bagaglio di capacità e professionalità e la sua sottile ironia. Non dimentichiamo il professor Guglielmo Formichella che, con l’ausilio del professor Francesco Russo, curerà la crescita coordinativa e motoria dei piccoli calciatori rossoneri.

accademia-calcio-sorrento

Naturalmente ci saranno i confermatissimi Vito Maddaloni, Amtonino Astarita, Maurizio Amato, Tony D’Esposito, Nino Parlato, Massimo Landolfi, Pasquale Iaccarino e Domenico Aiello, che completano uno staff di primissima qualità.

Il responsabile della Scuola Calcio, mister Maurizio Amato traccia i programmi dell’immediato futuro dell’Accademia Calcio Sorrento: “I nostri propositi sono ormai noti a tutti. Non abbiamo mai nascosto le nostre velleità e le nostre ambizioni e, dopo le vicissitudini del Sorrento Calcio, si è sentita forte l’esigenza di formare un settore giovanile e una scuola calcio che, in qualche modo, potesse continuare la tradizione dei gloriosi colori rossoneri. Un compito sicuramente difficile e stimolante che, grazie anche alla presenza dell’amministrazione comunale che ha sposato in pieno il nostro progetto, siamo sicuri ci darà grandi soddisfazioni. Il 24 agosto – aggiunge Amato – siamo partiti con il settore giovanile con le categorie 2000, 2001 e 2002 ed abbiamo riscontrato un discreto successo considerando che si iniziava praticamente dal nulla. Tantissimi ragazzi hanno creduto in quello che noi consideriamo un lungo viaggio, dove magari si può avere qualche difficoltà in partenza, viste anche le sirene stonate che sono suonate fino ad oggi, ma poi tutto fila liscio come l’olio”.

calcio-bambini

Una struttura con progetti ambiziosi, insomma, come conferma lo stesso responsabile dell’Accademia: “Sicuramente essere l’unica società di Sorrento a fare attività di settore giovanile al Campo Italia – peraltro a noi concesso dall’amministrazione comunale praticamente per tutta la settimana – e portare sui campi della Campania il nome di Sorrento abbinandolo ai nostri colori rossoneri, crea grandi aspettative sui ragazzi e sui programmi della nostra società. Abbiamo creduto giusto investire prima nelle persone e nell’organizzazione per poi cercare anche di raggiungere importanti obiettivi. I nostri ragazzi – prosegue Amato – saranno sempre seguiti in maniera appropriata e saranno continuamente monitorati da società professionistiche con cui abbiamo stretto accordi di collaborazione”.

Poi una piccola parentesi sulla vicenda societaria. “Per quanto riguarda il discorso Fc Sorrento/Fc Sant’Agnello non entro nel merito in quanto non di mia competenza – conclude Maurizio Amato -. Tutti ormai sono a conoscenza della differenza tra il “nome sportivo” (Fc Sorrento) e la “matricola federale” (Fc Sant’Agnello). Abbiamo avuto modo di dialogare più volte con il presidente Giglio e siamo stati colpiti dal suo grande entusiasmo con il quale vuole portare avanti il suo progetto. Quello di riportare il calcio che conta al campo Italia. Quello che posso sicuramente dire è che con il presidente Giglio e il suo entourage si è trovati una grande intesa e una grande collaborazione che ci permetterà di camminare in perfetta sintonia e simbiosi anche per il futuro. Anche perché il calcio giovanile al campo Italia deve e dovrà necessariamente passare attraverso l’Accademia Calcio Sorrento che, ripeto e ribadisco, ad oggi è l’unica società a svolgere attività di settore giovanile a Sorrento e specificamente al campo Italia. Invito tutti a sostenerci e a darci forza per costruire, anche con i giovani, qualcosa di importante”.