Mojito mediterraneo e cocktail rivisitati: la penisola delle innovazioni tra finger food e panorami

ape123

Da Capri a Massa Lubrense, da Sant’Agnello e Vico Equense senza dimenticare Positano e Amalfi. Luoghi magici della nostra terra che hanno fatto del panorama, dell’accoglienza e della qualità dei prodotti, il loro core business.

Ma la vera innovazione di quest’estate 2014 sono le rivisitazioni dei grandi classici. Drink che hanno fatto la storia, come il Cosmopolitan, il Bloody Mary, il Mojito o il Manhattan che vengono rielaborati con prodotti a km 0, al fine di rilanciare un sapore nuovo, fresco e sopratutto mediterraneo.

Immaginate un Mojito, ricreato sostituendo la menta con il basilico e il lime con dei pomodorini. Oppure un Cosmopolitan senza Cranberry e succo di lime, ma con il mirtillo e la lavanda del giardino della nonna. Magari una Capiroska con zucchine e limoni di Sorrento, insomma: gusto e fantasia.

Sono le nuove tipologie di aperitivi rivisitati, che stanno spopolando sui nostri lidi e durante la movida. A quanto pare oltre al classico, gli ospiti che scelgono la costiera sembrano molto affascinati dal poter provare nuove tipologie di cocktail, ma con prodotti di casa nostra.

Il tutto ovviamente accostato al finger food. Perché ormai un aperitivo lo si giudica in base a due aspetti: panorama e quindi fascino del luogo e delle persone che frequentano la location e, ovviamente, il cibo. Patatine, pop corn e le noccioline sono decisamente out. La gente è disposta a pagare anche un consistente supplemento sul drink, ma vuole mangiare e non più spizzicare. aperitivo2Allora spazio a bruschette con aromi costieri, tonno scottato ricoperto di mandorle, insalate di riso e pomodori, tocchetti di pollo fritto e sushi.

aperiv2L’aperitivo sta sostituendo gradualmente le serate, così come i lounge bar stanno sostituendo le discoteche. E allora dentro nuove regole, che per fortuna premiano i locali più innovativi e specialmente quelli che riescono ad offrire un buon rapporto qualità prezzo.

E’ il nuovo popolo del tramonto, che esce alle 19 e torna casa a mezzanotte, lontano dalle albe e dai vodka tonic.