Capri Watch - Fashion Accessories

Mobilità turistica sostenibile, un progetto europeo targato Sorrento

traffico

SORRENTO. Promuovere in tutta la penisola sorrentina strategie di mobilità sostenibile, che guardino allo sviluppo di sistemi di trasporto intelligente, infomobilità e logistica urbana. E’ la finalità del programma della Commissione Europa denominato Samo, Sustainable and Accessible Mobility in the Tourist destinations of exellence, che si propone scambi di esperienze e trasferimento di buone pratiche tra territori. Del 29 giugno scorso, l’invio della richiesta di adesione al bando da parte della cittadina costiera, quale capofila di numerosi soggetti tra autorità locali, università ed enti di ricerca, istruzione e imprese, da cinque Paesi europei, tutti competenti in materia di energia sostenibile, trasporti e turismo.

“L’obiettivo è quello di individuare strumenti operativi in grado di facilitare il transito verso economie turistiche a basso contenuto di carbonio – spiega il vice sindaco di Sorrento, Raffaella Cancellieri -. E’ sotto gli occhi di tutti la situazione di inquinamento di tutta la penisola sorrentina, determinata dai mezzi di trasporto, che mettono a rischio l’attrattività e la competitività internazionale. Ed è proprio da qui che si alza un grido di allarme a nome delle destinazioni turistiche di eccellenza in Europa”.

Il Comune di Sorrento è supportato nel lavoro dall’assessorato alla Cooperazione Territoriale Europea, ai Fondi Europei e alle Politiche Giovanili della Regione Campania, dal Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Tecnologie dell’Informazione dell’università Federico II di Napoli, da Acamir, l’Agenzia Campania per la Mobilità, le infrastrutture e le Reti, e dall’Its Bact, l’Istituto di istruzione terziaria professionalizzante sulle tecnologie innovative sui Beni e le Attività Culturali e il Turismo, mentre tra i partner figurano la Regione Ile-De-France, le Università di Zagabria, in Croazia, e di Daugavpils in Lituania, l’associazione metropolitana di Ribera Alta, in Spagna.

“Si tratta di una iniziativa che proietta Sorrento sullo scenario europeo, come realtà attenta al rapporto tra turismo e ambiente, nell’interesse dei propri cittadini e dei visitatori che la scelgono come destinazione – aggiunge Cancellieri -. Ci auguriamo che il nostro progetto possa risultare tra quelli vincitori, così da avviare un processo di pianificazione partecipata e di scambio di best practice tra i soggetti coinvolti”.