Mercato della terra, appuntamento sabato a Piano

prodotti-mercato-sorrento

Il “Mercato della Terra” della Costiera sorrentina indossa l’abito da sera. Sabato dalle 18.00 alle 23.00 il tradizionale appuntamento mensile con il cibo “buono, pulito e giusto” targato Slow Food, come sempre presso il mercato ortofrutticolo di Piazza della Repubblica, a Piano di Sorrento. Una versione estiva proposta dalla Condotta Costiera Sorrentina e Capri per creare non solo un luogo dove trovare sapori genuini ma anche un’occasione di incontro con intrattenimento musicale e degustazioni di tutti i prodotti in vendita.
Non mancheranno i Laboratori del Gusto. Alle 20.30 si parlerà delle Alici di Menaica, Presidio Slow Food, pescate con un’antichissima tecnica, famosa già ai tempi dei Greci nel Mar Mediterraneo, che si serve di una rete chiamata “menaide”, da cui il nome della specialità. Interverrà la produttrice salernitana Donatella Marino e sarà possibile acquistare le alici lavorate, passate in salamoia e sistemate nei tradizionali vasetti di terracotta. Alle 21.30 sarà invece la volta delle amarene dei Colli di San Pietro presentate da Mario Persico della Comunità del Cibo Terre Sorrentine della Condotta Slow Food locale. Durante il laboratorio saranno trattati i procedimenti per la preparazione delle amarene, simili a quelli tramandati per le conserve di pomodori, e le modalità per ottenere un ottimo sciroppo utile a confezionare bevande fresche.
Il Mercato della Terra, però, è anche solidarietà. Ed è per questo motivo che la Condotta Costiera Sorrentina e Capri ha deciso di aderire all’iniziativa proposta da Carlo Petrini, fondatore di Slow Food. Si tratta di un’iniziativa, pubblicizzata anche sulle reti nazionali e in programmi di punta come “Striscia la Notizia”, volta a raccogliere fondi per coprire le spese di viaggio, accoglienza e partecipazione di giovani contadini da tutto il mondo all’EXPO 2015 di Milano in occasione di “Terra Madre Giovani” dal 3 al 6 ottobre. Ogni cittadino potrà aderire all’iniziativa semplicemente acquistando i prodotti segnalati presso tutti gli stand del Mercato della Terra: il ricavato delle vendite sarà devoluto interamente ai giovani. «Questo – spiega il Presidente della Condotta locale Mauro Avino – è il modo di Slow Food per dare un segnale forte e far sentire la voce dell’agricoltura familiare e di piccolissima scala, realtà che all’EXPO non sono state sufficientemente rappresentate e che il movimento della chiocciola ha il dovere di sostenere e valorizzare».