Lavori per la metanizzazione a Sorrento: Botta e risposta tra il sindaco ed il suo vice

cantiereperlametanizzazione

SORRENTO. Continuano i lavori per la metanizzazione in penisola sorrentina ed allo stesso tempo si innescano nuove polemiche da parte di cittadini e commercianti per il conseguente caos traffico.

 

 

A Sorrento, in particolare, dal 18 febbraio scorso è chiuso il tratto di via De Maio tra piazza Tasso e piazza Sant’Antonino, con i collegamenti per il porto dirottati attraverso i vicoletti del centro storico. Situazione che resterà immutata fino alla conclusione della sistemazione delle condotte prevista per il 23 marzo.

Nel frattempo è operativo un secondo cantiere lungo il corso Italia, tra piazza Tasso e piazza Lauro. Tratto di strada che, da domani, sarà completamento interdetto al transito veicolare. Dal Comune, a riguardo, fanno sapere che la chiusura durerà una settimana, anche se, in realtà, l’ordinanza è valida per 10 giorni.

In merito è stato chiesto al vice sindaco, Giuseppe Stinga, delegato alla Mobilità, il perché dell’apertura in contemporanea di diversi cantieri nel centro cittadino e quali saranno le ulteriori ricadute sulla viabilità, anche considerando che ormai la stagione turistica è alle porte e numerose strutture ricettive hanno già riaperto i battenti.

Ciò ha innescato un acceso confronto in seno all’amministrazione. “I cantieri per la metanizzazione? Se ne occupano il sindaco e l’assessore ai Lavori pubblici, insieme ai tecnici della Seteap”. Una netta presa di distanza, insomma, da parte del vice sindaco nei confronti dei problemi provocati dagli scavi lungo le strade cittadine. Stinga, in buona sostanza, lamenta il suo mancato coinvolgimento nelle questioni relative alla viabilità cittadina in merito ai lavori per la sistemazione delle condutture per il gas.

“Non condivido le scelte fatte circa le modalità dei lavori – precisa il vice sindaco di Sorrento -. Ritengo che si doveva obbligare la ditta esecutrice ad operare con orari più lunghi in modo da ridurre al minimo i disagi. Nei giorni scorsi sono riuscito a convincere il commissario prefettizio di Sant’Agnello a rimandare lo scavo lungo il corso Italia in programma tra maggio e giugno, poi, invece, a Sorrento chiudiamo il centro cittadino. Da domani – conclude Stinga – ci attendiamo il caos più totale lungo le strade”.

Il sindaco Cuomo ribatte precisando che “gli interventi per la metanizzazione riguardano il settore dei Lavori pubblici e per questo ce ne occupiamo l’assessore competente, Raffaele Apreda ed io. Sapevamo che la posa delle condotte avrebbe portato a tre anni di sacrifici – aggiunge il primo cittadino -, ma si tratta di cogliere un obiettivo importante per la cittadinanza e le imprese e non possiamo esimerci dal realizzarlo”.

Comunque Cuomo, tende a tranquillizzare circa i problemi relativi alla mobilità, soprattutto in vista dell’imminente inizio della stagione turistica. “Come annunciato – precisa il sindaco della città del Tasso – entro il 31 marzo saranno chiusi tutti i cantieri nel centro cittadino, mentre le opere proseguiranno nelle zone periferiche. Quest’anno contiamo di riuscire a completare gli interventi entro il 24 marzo, anche se le avverse condizioni meteo non stanno aiutando”.

In ogni caso domattina è attesa la verifica sul campo. Ci si augura che i timori per un ulteriore aumento del caos lungo le strade cittadine non vengano confermati.