Interventi per la messa in sicurezza delle alberature, stanziati 28mila euro

La fitolacca caduta in piazza Lauro

SORRENTO. L’amministrazione corre ai ripari dopo i crolli di alcune alberature che si sono verificati nelle ultime settimane, quando si è anche sfiorata la tragedia.

Lo scorso 31 dicembre il responsabile del servizio Manutenzione del Comune, ha pubblicato una determina con la quale ha stanziato 28mila euro per una serie di perizie agronomiche sulle alberature cittadine, oltre che per la potatura delle piante di alto fusto e la pulizia delle aree verdi comunali. In particolare è previsto l’alleggerimento della chioma delle tre jacarande di piazza Sant’Antonino e delle altre tre piante della stessa specie e del ficus che si trovano lungo il corso Italia, nella zona del rione Marano, dell’ulivo di vico II Rota e del pino posto in prossimità dell’incrocio tra via Santa Lucia, via Fuorimura e via Atigliana. Interventi che, secondo gli uffici comunali, sono urgenti a causa dell’inaspettato ed avverso mutamento climatico che si manifesta con violente raffiche di vento.

Proprio il vento, infatti, lo scorso 28 novembre provocò lo schianto di parte della grossa fitolacca di piazza Lauro che investì la 35enne Silvana Morelli, la quale riportò serie ferite. Solo pochi giorni dopo, il 5 dicembre, un enorme cedro del libano che si trovava nelle aiuole della villa comunale di piazza San Francesco, venne sradicato sempre dal vento. Per fortuna il cedimento si verificò di notte, quando il parco è chiuso, senza provocare feriti. Lo stesso giorno, inoltre, si staccò un ramo della jacaranda che sorge accanto al monumento ai caduti di piazza della Vittoria. Una serie di circostanze che hanno spinto l’amministrazione, ed in particolare l’assessore alla Manutenzione, Raffaele Apreda, a prevedere interventi in tempi rapidi.

Garantire l’incolumità pubblica attraverso la potatura o la rimozione degli alberi giudicati a rischio, non significa, però, ridurre il patrimonio di verde della città. Per questo motivo, insieme alla determina che avviava le verifiche sulle piante esistenti, il Comune ha anche approvato una spesa di 10mila euro per mettere a dimora nuove alberature in sostituzione di quelle già rimosse e per le altre che si dovranno tagliare nelle prossime settimane.