Inaugurata la mostra dei grandi pittori del ‘900 a Villa Fiorentino

inaugurazione-mostra

SORRENTO. Ci siamo. L’appuntamento con la grande arte del Novecento è arrivato. Anche quest’anno la Fondazione Sorrento offre ai residenti ed agli ospiti la possibilità di ammirare dal vivo le opere di artisti di fama mondiale. Per il 2016 il sodalizio presieduto dall’armatore Gianluigi Aponte, grazie alla direzione di Luigi Gargiulo, ha puntato sul Novecento italiano, con due mostre che si alterneranno nei prossimi mesi. Questa sera è stata inaugurata l’esposizione dal titolo “Visioni Trasversali nella pittura italiana del XX secolo”.

Sono 66 gli artisti che espongono le proprie tele, la maggior parte delle quali provenienti dal museo Ca’ La Ghironda di Bologna (all’inaugurazione ha preso parte anche il direttore, Vittorio Spampinato), dal museo Magi di Bologna, dalla Fondazione Tito Balestra di Longiano e da alcune collezioni private. Si va da De Chirico a Ligabue, da Morandi a Sassu ed a tantissimi altri nomi noti. I quadri sono stati distribuiti in base ad un ordine tematico tra le diverse sale di Villa Fiorentino, la sede della Fondazione Sorrento che durante questi eventi si trasforma nella casa dell’arte della città.

inaugurazione-mostra-1

A confermarlo è anche il primo cittadino, Giuseppe Cuomo: “Sorrento continua ad essere protagonista nel panorama culturale nazionale – ha sottolineato il sindaco nel corso della cerimonia -, ciò grazie alla Fondazione Sorrento ed agli organizzatori di questi eventi che continuano a richiamare migliaia di appassionati da tutto il mondo”. “E’ doveroso ringraziare chi ci ha aiutato nella realizzazione di questo sogno – gli fa eco il direttore Gargiulo – in particolare il curatore Gino Fienga. Con questa esposizione completiamo un percorso avviato nel 2011. Ed era doveroso concludere il ciclo con una mostra antologica sull’arte del Novecento italiano”.

Le categorie in cui è articolata sono: Il corpo sognato; Luoghi e scenari; Tensioni astratte; Oltre l’immagine; L’enigma dell’oggetto; Segni, gesti, scritture; Materia e alchimia; Azione e pensiero. La mostra sarà aperta al pubblico da domani, 9 aprile e fino al prossimo 26 giugno con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20; il sabato, la domenica e nei giorni festivi, con gli stessi orari, ma con la chiusura serale posticipata alle ore 21. Il biglietto d’ingresso costa 5 euro, mentre le scolaresche pagano 2 euro a studente e per i gruppi oltre le 20 persone il costo è di 3 euro a visitatore.

A partire dal 27 giugno, poi, i quadri lasceranno il posto alle sculture. Dal 9 luglio, infatti, le sale di Villa Fiorentino accoglieranno le opere di circa 50 maestri italiani della scultura del Novecento. Mostra che potrà essere visitata fino al 6 novembre prossimo.

I cittadini di Sorrento ed i turisti hanno, comunque, già modo di apprezzare alcune delle opere degli artisti grazie alla sistemazione nelle principali piazze di Sorrento di 4 installazioni di elevato pregio: in piazza Andrea Veniero è stata posizionata la “Porta di Edipo” di Augusto Perez; in piazza Sant’Antonino ha trovato posto il “Bifrontale uno” di Pietro Consagra; in piazza Tasso è visibile l’opera “Sviluppo di Forma” di Umberto Mastroianni ed in piazza Angelina Lauro la “Tebe seduta” di Giacomo Manzù. Tra queste installazioni c’è anche il “Grande Contorsionista” di Luciano Minguzzi, collocato nella fontana posta all’ingresso di Villa Fiorentino.