Capri Watch - Fashion Accessories

Il Sorrento si gode il secondo posto e pensa al Taranto

fasano-sorrento-maiuri

Si era partiti per cercare la salvezza ma l’eroico successo ottenuto, dopo una settimana difficilissima, dal Sorrento a Fasano ha regalato ai costieri un secondo posto più che meritato viste le capacità di un gruppo sano e compatto capitanato da uno dei tecnici più bravi e preparati, qual è Enzo Maiuri, che in vista del match con il Taranto analizza ogni aspetto: “Sabato la mia squadra ha risposto benissimo dopo una settimana difficile in cui abbiamo avuto Costantino out e undici ragazzi con la febbre. Ci siamo allenati anche in nove. Ho visto una bella prestazione e ritengo che la vittoria sia stata meritata. Sono contento”.

Ora il tecnico rossonero punta sui recuperi di chi ha saltato la partita col Fasano: “Mi aspetto di recuperare i calciatori che non hanno preso parte alla gara di sabato. Non possiamo prescindere da nessuno: serve l’aiuto di tutti”.

Il secondo posto in classifica non fa montare la testa. “Siamo secondi – di ce Maiuri – e non credo che soffriremo di vertigini: siamo una squadra umile che ogni giorno ricorda da dov’era partita e ciò che sta facendo in classifica. Dovevamo salvarci. Non dico che quello che arriverà nelle prossime tredici gare sarà tutto buono perché sono sicuro che si può fare bene”.

Intanto bisogna pensare al prossimo impegno. “Prepareremo la gara con il Taranto come tutte le altre- dice il mister -.. Sappiamo che avremo di fronte un avversario di buona qualità come del resto lo sono molte altre squadre del girone. Cercheremo la miglior forma per disputare una prestazione di livello”.

Maiuri analizza con soddisfazione il match di sabato: “Con il Fasano abbiamo fatto la partita che dovevamo fare: all’inizio siamo rimasti sorpresi dal loro 4-3-1-2 riuscendo, immediatamente, a rimetterci a posto visto che l’avevamo preparata su un altro modulo. Le pecche? Qualche volta facciamo dei falli che sono evitabili. La squadra, così come i singoli, ha ancora dei margini di miglioramento”.

Poi l’appello ai tifosi perché suoni vicini alla squadra. “Abbiamo grande stima nei confronti dei nostri tifosi: la domenica lottiamo anche per loro. Ci fanno sentire sempre una grande vicinanza con la città di Sorrento che è sempre più tinta di rossonero. Mi piacerebbe che domenica siano in tanti in modo darci una grande spinta. La squadra apprezza tantissimo la tifoseria”.

“In queste ventuno gare abbiamo ottenuto tutto meritatamente e ritengo che qualche punto è stato perso per strada – commenta il mister -. Se ci credono gli altri non vedo perché non dovremmo farlo anche noi. Siamo li e dobbiamo mantenere sempre grande umiltà. Stiamo facendo un grande percorso ma nulla di straordinario perché la squadra ce l’ha nelle corde: sono dei validi calciatori che meritano.

In questo campionato si può vincere e perdere con tutti. Il Foggia domenica scorsa ha perso meritatamente a Gravina e poteva prendere anche qualche gol in più. Il Taranto è stato bravo a rendere più semplice il match con il Grumentum. Gli ionici hanno buoni calciatori e verranno qui per cercare una buona prestazione e fare risultato”.