Il Sorrento presenta il nuovo allenatore Chiappino: “Sono venuto qui per rimettermi in gioco”

Sorrento-2

Si è tenuta questo pomeriggio nella sala dell’hotel Continental la presentazione ufficiale del nuovo allenatore del Sorrento, Luca Chiappino e del nuovo direttore sportivo Marcello Pitino.

 

In una sala gremita di tifosi e giornalisti si è fatto il punto sulla situazione del Sorrento Calcio, analizzando prospettive future, acquisti e problemi per la prossima stagione.

C’è fame di cacio a Sorrento e questo è palese, le domande dei giornalisti erano quasi tutte incentrate sul budget da spendere e sui giocatori da prendere, anche se questo è un punto sul quale si è discusso poco. “Al momento in squadra ci sono 8 giocatori e per arrivare a 22 ne mancano 14, ma questi sono solo numeri, per adesso è difficile pianificare acquisti e investimenti perché ancora non si conoscono le regole del nuovo campionato, – dichiara l’ex direttore sportivo della Nocerina Marcello Pitino – quindi credo che bisognerà aspettare la fine di agosto per poter tirare le somme e iniziare a a valutare l’organico a disposizione”.

Invece il neo mister, Luca Chiappino di provenienza dalle giovanili del Genoa, è apparso particolarmente sereno sulla questione acquisti, perché a suo avviso c’è tempo per poter creare una squadra competitiva che abbia un’ossatura forte, sperando magari di scovare qualche giovane talentuoso che conosca la categoria e sia capace di fare la differenza.

“Il mio modulo di riferimento è il 4-3-3 ma penso che una squadra debba essere capace di giocare con più schemi – dichiara Chiappino -. E’ ovvio che spero che dal Genoa arrivi qualcuno dei miei ragazzi, li conosco da anni e posso garantire che sono prima di tutto degli uomini seri. Servono persone che diano un’entità alla squadra”. E sulla sua scelta il neo mister dichiara: “Volendo potevo rimanere ad allenare le giovanili del Genoa, ma alle volte nella vita c’è bisogno di cambiare aria, e il Sorrento mi sembrava la giusta piazza per rimettermi in gioco”.

La dirigenza sorrentina a fine conferenza ci ha tenuto a ringraziare la famiglia Preziosi, questo lascia intendere che sicuramente i rapporti tra la due società sono ottimi, ed è probabile che il Sorrento riesca ad ottenere molti giocatori dalla società rossoblu per provare a conservare la categoria. Questo l’obbiettivo dichiarato quest’oggi.

RIPRODUZIONE RISERVATA