Capri Watch - Fashion Accessories

Il Premio Penisola Sorrentina sfida il Coronavirus

mario-esposito-premio-penisola-sorrentina

Il tema dell’edizione 2020 del Premio Penisola Sorrentina, che segna un quarto di secolo di attività, continua a sorprenderci con il suo carico di entusiasmo e spunti di riflessione e analisi. Si ribadisce che si tratta della Bellezza, espressa in varie forme e sentimenti e che da sempre riveste un ruolo centrale nella vita dell’uomo, verso se stesso e verso il mondo. Ed in questo senso da essa si diramano ulteriori temi come il dibattito sulla natura, sulla cultura e sul senso dello Stato.

“Precauzioni massime, coraggio e lucidità. L’Italia ce la farà. Torneranno il sole e la Bellezza. È tutto fermo e rallentato, ma noi stiamo andando avanti con folle passione e sano ottimismo. Il Premio Penisola Sorrentina – dichiara il direttore generale Mario Esposito – stabilirà una connessione che ha un significato profondo e anche ricco di conseguenze pratiche, morali e civili. Un Premio quindi sempre più dinamico, che forte di un quarto di secolo di presenza cercherà di costruire oltre ad una offerta spettacolare di qualità, con premiati ed ospiti prestigiosi, anche iniziative collaterali in grado di lasciare un segno efficace di presenza civile”.

In un momento oscuro come quello che sta vivendo l’Italia oggi nella fase di diffusione epidemica del Coronavirus, il “Penisola Sorrentina” raccoglie quindi la sfida di porre al centro della sua storia e del suo presente un messaggio di fiducia e di speranza, contribuendo – nelle discipline culturali e ricreative – al riposizionamento fuori stagione (il Premo si svolge dalla fine dell’estate fino ad ottobre) di un brand turistico mondiale come quello di Sorrento e della penisola sorrentina che pure sta cominciando a vivere, in quest’ultimo periodo, primi segnali inquietanti di una flessione nell’area del comparto economico-produttivo.

di Elena Stabile