Il “movimento” sarà il protagonista della VI edizione del “Faito doc festival”

Faito-festival

VICO EQUENSE. Il parco naturale del Monte Faito sarà nuovamente protagonista, dal 20 al 25 agosto, della rassegna dedicata al cinema documentario, insieme alla Reggia di Quisisana.

 

La kermesse, ideata e diretta da Turi Finocchiaro e Nathalie Rossetti, unirà documentari provenienti da tutto il mondo ma con un denominatore comune: il tema del “movimento”.

Ricco il calendario di appuntamenti, 10 lungometraggi e 12 cortometraggi in concorso; 12 opere fuori concorso; 5 eventi artistici in 5 giorni tra mostre di pittura, illustrazioni e performance. A valutare le opere in gara sarà una giuria di esperti del settore. Faranno da scenario il verde della montagna del Faito e le splendide terrazze della Reggia borbonica dei boschi di Quisisana.

Organizzato dall’associazione Monteamare, con il sostegno del Comune di Vico e di Castellammare, anche l’edizione 2013 prevede una serie di pellicole di grande interesse. “Siamo felicemente sorpresi – spiegano Nathalie Rossetti e Turi Finocchiaro, i direttori artistici – che il festival sia ormai diventato un incontro fisso per amici, professionisti e registi stranieri, disposti, a loro spese, a raggiungerci sul Monte Faito da diverse città europee. Con gioia, nonostante il timore di non riuscire ad accogliere tutti, affolleremo le giornate con l’energia che ci contraddistingue da sempre, per creare una finestra sul mondo che ridia nuova linfa al territorio”. Il Festival ospiterà autori, registi e tecnici che avranno partecipato ad alcuni dei film proposti; le proiezioni saranno seguite da un dibattito aperto con il pubblico.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA