Capri Watch, fashion accessories

I dipendenti rifiutano 230 euro, niente corse extra dei treni a Pasqua

Circum11

Non saranno assicurate le corse straordinarie per il pomeriggio del giorno di Pasqua sulla linea della Circum Napoli-Sorrento. Turisti a piedi, dunque, o comunque costretti a programmare visite ed escursioni entro le 14, l’orario in cui i treni dell’Eav smetteranno di viaggiare. Colpa del voto contrario dei lavoratori, chiamati a ratificare un accordo che le principali sigle sindacali, Cgil, Cisl, Uil e Ugl, avevano sottoscritto con i vertici dell’azienda di trasporti.

Sembrava un accordo molto buono, almeno all’Eav ed in particolare al presidente Umberto De Gregorio: 230 euro per lavorare fino alle 20:30 il giorno di Pasqua ma solo sulla tratta da Napoli e Sorrento, dove ci sono anche gli scavi di Ercolano e Pompei, oltre che le mete della costiera. I sindacati avevano firmato il patto, distinguendosi dagli autonomi dell’Orsa, che invece avevano abbandonato il tavolo.

Ieri mattina, invece, è arrivata l’inattesa fumata nera. Al termine di un’accesa assemblea la maggioranza dei lavoratori ha votato contro l’accordo, rifiutando di fare le corse straordinarie sulla linea Napoli Sorrento, ma chiedendo l’estensione del servizio anche alle altre linee della Circum.

Il piano, quindi, è saltato e, salvo sorprese dell’ultima ora, difficilmente potrà essere recuperato: lunedì riprenderanno le trattative ma mancano otto giorni a Pasqua e ci sono da organizzare i turni, potrebbe essere tardi.