Grande festa per l’opening 2016 del ristorante Mammà

gennaro-esposito-guido-lembo

CAPRI. Un mix di gourmet d’eccellenza, tanta allegria e la colonna sonora della Sweetwater Jazz Band di Michael Supnick ha animato la serata d’apertura del ristorante Mammà, nel cuore della Capri del ‘600, dove Gennaro Esposito, lo chef pluristellato, da grande anfitrione ha accolto gli ospiti che a partire dalle 20:30 si sono introdotti sotto le volte del borgo antico per omaggiare “Sua Maestà” Gennarino, re dei fornelli. Ma quella marea umana di ospiti era lì soprattutto per deliziare il proprio palato con una serie di novità che quest’anno sono entrate a far parte della carte del ristorante che da tempo ormai è diventato una tappa irrinunciabile per gli amanti della gastronomia e della cucina che nasce dall’estro creativo dell’executive chef e dello staff del locale.

Gli ospiti sono stati i veri protagonisti dell’evento a cui è stato dato nome “A taste of… Mammà”. C’era il sindaco di Capri, Gianni De Martino, Peppino di Capri con la moglie Giuliana e suo figlio l’attore Dario Castiglio, gli amici Wolf e Rossana Chitis, che hanno prolungato il weekend proprio per partecipare all’evento, ed il gruppo di storici imprenditori capresi della moda del fashion e dell’arte, Francesca Settanni, Antonella Puttini, Angela Maffia della Galleria D’Arte Nabis, Michele Pagano, Federico Alvarez Toledo, i fratelli Marianna, Marco e Massimo Vertecchi di Caprimed, Adalberto Cuomo in rappresentanza della famiglia Morgano dell’Hotel Quisisana, l’avvocato Mario Coppola, Guido Lembo (nella foto con Gennaro Esposito) e la moglie Anna che per qualche ora hanno lasciato la loro Taverna Anema e Core ed anche le new entry giovani professionisti ed imprenditori insieme a diversi ospiti dell’isola.

E tra brindisi con vini selezionati della cantina di Mammà e tante bollicine è iniziata la sfilata delle pietanze della cucina del ristorante, dove si fondono due anime, quella della tradizione e quella della cucina creativa dall’executive chef Salvatore La Ragione che per venti anni si è formato e cresciuto nel ristorante Torre del Saracino di Seiano, a Vico Equense.

Dal risotto alle cozze mantecato aglio ed olio alla parmigiana di pesce bandiera con melenzane all’origano a tipiche cassettine di legno con i fritti della tradizione napoletana, al trancio di pescespada gratinato alla caprese. Ed un mix di dolci: una mousse al mango mascarpone e lamponi, e non poteva mancare la torta caprese. Un galà dinner che si è chiuso ben oltre mezzanotte con un gruppo di irriducibili ospiti che si sono intrattenuti sulla tipica terrazza caprese con vista sul golfo insieme a Gennarino Esposito, Paolo Federico direttore del Punta Tragara ed i fratelli Goffredo e Leonardo Ceglia Manfredi, proprietari dell’ hotel e del ristorante più antico e frequentato dell’isola.