Frana al Capo di Sorrento, domani riapre la Provinciale ed anche la strada alternativa per Li Simoni

Frana Capo di Sorrento

SORRENTO. “Entro domani pomeriggio contiamo di riaprire al traffico la Provinciale 7”. A dare la buona notizia è il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo. Una boccata d’ossigeno per residenti e titolari di attività commerciali di Massa Lubrense, costretti da una settimana a fare i conti con la chiusura della principale arteria di collegamento con Sorrento.

La riapertura della strada sarà possibile grazie all’avvio delle operazioni di messa in sicurezza dell’area dove martedì scorso si è riversata la frana che ha colpito la zona di via Fontanelle, presso il borgo de Li Simoni, al Capo di Sorrento. Da ieri, sotto la supervisione del Genio Civile, sono al lavoro gli operai della ditta incaricata di rimuovere i detriti riversatisi all’interno di un fondo agricolo che sovrasta via Capo. Il timore di ulteriori cedimenti ha portato, all’indomani del crollo, alla decisione del responsabile dell’Agenzia regionale per la Difesa del Suolo, Flavio Cioffi, di chiudere alla circolazione la Provinciale 7. Ora, però, nonostante l’emergenza non sia ancora completamente superata, si ritiene che, rimuovendo il corpo della frana, il tratto sottostante non sia più a rischio. “Per il momento – precisa il sindaco Cuomo – il transito potrà riprendere solo a senso unico alternato, poi nei prossimi giorni, salvo imprevisti, via Capo sarà riaperta integralmente”.

Frana Capo di Sorrento

Frana Capo di Sorrento

Nel frattempo anche i residenti della zona collinare del Capo di Sorrento si apprestano ad uscire dall’isolamento. Il crollo di un tratto di circa 50 metri di via Fontanelle, infatti, ha obbligato una ventina di nuclei familiari a rimanere bloccati nelle loro abitazioni, salvo servirsi di un piccolo e tortuoso sentiero pedonale per raggiungere il centro cittadino. “Al più tardi entro domani mattina – annuncia il vice sindaco con delega alla Mobilità, Giuseppe Stinga – sarà transitabile la strada, realizzata a tempo di record, che consentirà di collegare l’area de Li Simoni con via Nastro Verde”. Il tracciato attraversa alcuni fondi privati e verrà utilizzato fino a quando non sarà recuperata via Fontanelle.

La nuova strada per Li Simoni

La nuova strada per Li Simoni

Per quanto riguarda la frana, intanto, stando al monitoraggio effettuato costantemente dai tecnici del Comune e della Regione, sembra essere ancora in atto. Negli ultimi giorni è stato rilevato un leggero rigonfiamento, mentre nella parte a monte sono state individuate alcune profonde crepe nel suolo che non lasciano presagire niente di buono. Ragion per cui coloro che hanno ricevuto un’ordinanza di sgombero perché risiedono in strutture giudicate a rischio ancora non possono farvi rientro. Si tratta di otto nuclei familiari, che vanno ad aggiungersi alle due famiglie che hanno visto la loro casa distrutta dallo smottamento. In totale ad essere colpite sono 25 persone che, negli ultimi giorni, hanno trovato ospitalità da parenti ed amici. Per discutere della loro situazione e dei disagi che si ripercuotono sugli abitanti de Li Simoni, questa sera, nei locali del centro pastorale del Capo di Sorrento, il parroco, monsignor Antonino Persico, ha organizzato un incontro pubblico al quale parteciperanno il sindaco, il suo vice e l’assessore all’Edilizia pubblica, Raffaele Apreda.