Capri Watch fashion & Accessories

Durante tour operator di Sorrento: Senza garanzie turismo fermo

Durante1

“Solo le vaccinazioni non bastano, ci vuole anche un certificato di immunità. Un esame sierologico deve attestare di avere anticorpi sufficienti a evitare il contagio”. Lo ha detto al Mattino Paolo Durante, decano dei tour operator di Sorrento. Prima di dare il via libera agli spostamenti verso l’Italia dei loro connazionali i governi chiedono garanzie, per evitare che dalle vacanze tornino persone malate e ciò sta complicando la ripartenza del settore.

I principali mercati esteri sono in attesa di notizie chiare e certezze. Durante spiega che “la Gran Bretagna aspetta di capire come si sviluppano le varianti e come i vaccini le tengono a bada. Anche in Germania la situazione in questo momento è incerta come da noi. Anche loro non sanno esattamente quanti vaccini avranno nelle prossime settimane e quindi preferiscono non fissare date per le vacanze”.

Si attendevano buone notizie dal Nord Europa, invece si è bloccato tutto. Gli scandinavi erano attesi con certezza ed in numeri rilevanti. “Avevano addirittura ipotizzato di procedere con le prenotazioni fino a novembre e a dicembre – dice il tour operator di Sorrento -. Avevamo anche messo a punto per loro un pacchetto natalizio. Poi è arrivata la doccia fredda con il fermo dei vaccini con AstraZeneca. Il loro piano vaccinale è saltato e così anche i piani per le vacanze. In pochi giorni abbiamo ricevuto veri e propri blocchi delle programmazioni”.

Niente da fare anche per statunitensi e russi, da sempre innamorati della penisola sorrentina, costiera amalfitana e di Capri. “Il mercato americano per noi è fermo – conclude Durante -. Con i russi, invece, la situazione è completamente diversa perché sono pochissimi quelli che sono vaccinati, pare non più del 3% della popolazione. È evidente che con questo mercato il problema si capovolge, dobbiamo essere noi a chiedere maggiori garanzie”.