Capri Watch - Fashion Accessories

Domani prima eclissi di Luna del nuovo anno, ecco come osservarla

eclissi-luna

Sarà un bellissimo inizio dell’anno per gli appassionati di astronomia e osservazioni celesti. Dopo lo sciame meteorico delle Quadrantidi (tra il 3 e il 4 gennaio), il 2020 porterà ben 4 eclissi penombrali, la prima delle quali sarà visibile nella notte tra il 10 e l’11 gennaio, da varie parti del mondo, Europa, Asia, Africa, Alaska, e durerà circa quattro ore.

Secondo l’Unione degli Astrofili Italiani (Uai), pare che il fenomeno inizierà alle 18:07, avrà il suo culmine alle 20:10 – quando la Luna si troverà a Est in corrispondenza della costellazione del Cancro – e terminerà alle 22:10. La Luna piena sorgerà in concomitanza al tramonto del Sole: quando esso tramonterà a occidente, a oriente si potrà osservare il sorgere della Luna, e dopo circa un’ora l’eclissi di penombra.

La Luna piena di gennaio ha avuto molti soprannomi, ma il più popolare è “Luna del Lupo” poiché, secondo l’Almanacco dell’Agricoltore, questo sembra essere il periodo dell’anno in cui si sente più frequentemente l’ululare dei lupi. Altri nomi usati per definire questo fenomeno sono “Luna di Neve”, “Luna dopo Yule” e “Luna dello Spirito”.

Generalmente, durante un’eclissi lunare totale, l’osservatore può vedere il nostro satellite assumere una colorazione rossastra mentre passa nel cono d’ombra della Terra. Invece, durante un’eclissi penombrale, la luce del Sole viene bloccata solo dall’ombra “esterna” del pianeta, la penombra. E così, per l’effetto dei raggi solari che creano una sorta di filtro, la Luna piena che vedremo sarà come sbiadita e non brillante come nelle eclissi totali.

Può darsi che non sia un fenomeno spettacolare, ma sicuramente suggestivo, che vale la pena di osservare. Sarà possibile assistere all’evento anche in diretta streaming sul sito del Virtual Telescope Project guidato dall’astrofisico italiano Gianluca Masi che manderà in onda le immagini della Luna stagliata sui monumenti di Roma a partire dalle 18. Le successive eclissi penombrali sono previste per il 5 giugno, il 5 luglio e il 30 novembre.

di Elena Stabile