Cancro al seno, a Sorrento una tavola rotonda sulla prevenzione

tumore-seno

SORRENTO. Lo scorso anno si sono stati registrati più di 50mila nuovi casi di tumore della mammella con un aumento dell’incidenza nella fascia di età tra i 45 ed i 49 anni. Grazie alla prevenzione si sopravvive sempre di più anche in misura maggiore rispetto alla media europea. A cinque anni dalla diagnosi la percentuale di sopravvivenza supera l’85%. E può raggiungere il 90% se la malattia viene diagnosticata in fase iniziale.

E sono i programmi di prevenzione e l’efficacia delle terapie che si intraprendono che hanno contribuito a “salvare la vita”. L’anticipazione diagnostica, individuando cancri di piccole dimensioni, determina anche la maggiore possibilità di intervenire con una chirurgia conservativa, più rispettosa dell’immagine corporea.

Moltissime sono purtroppo ancora oggi le donne che non si sottopongono regolarmente ai programmi di screening o che adottano stili di vita non corretti.

Dedicata alle tante donne che non sempre trovano un po’ di tempo per se stesse, o lo trovano quando è tardi, l’organizzatrice dell’evento, Carolina Ciampa, ha invitato pertanto professionisti di varie specialità a spiegare concretamente con termini chiari da non addetti ai lavori la necessita di diffondere la cultura della prevenzione illustrando anche il percorso che si affronterà successivamente alla scoperta del cancro.

L’appuntamento con la tavola rotonda su “Screening nella prevenzione oncologica mammaria”, patrocinata dal Comune e dall’Asl Napoli 3-Sud, è in programma sabato prossimo, 5 maggio 2018, alle ore 10:30 presso la Sala Consiliare del Palazzo Municipale di Sorrento.